Granaiola contro Giannerini: “Le sue operazioni finanziarie sono temerarie”

0

ROMA – Anche da Roma arriva il “de profundis” sulle politiche dell’amministrazione Betti. A suonarlo non è qualche membro nazionale dei partiti d’opposizione ma la stessa senatrice democratica Manuela Granaiola che cassa il piano di rilancio del comune.

“Vista la situazione del comune di Viareggio – spiega la senatrice – ritengo temerario pensare di poter effettuare operazioni finanziarie o societarie rilevanti, cosi’ come ipotizza l’assessore Giannerini, per  la Viareggio Porto, senza un parere favorevole sulla regolarita’ tecnico-contabile dei revisori dei conti e del ragioniere capo e senza un parere legale del segretario comunale”. Difficile senza addossarsi rischi enormi e senza contravvenire a quei principi di cautela e di correttezza che gli ultimi eventi ( parere negativo dei revisori dei conti sul bilancio, accesso della guardia di finanza, relazione del Mef, nuovi ispettori in circolazione ndr ) raccomandano e suggeriscono. “A parte la rilevante questione della patrimonializzazione della societa’ – continua la senatrice democratica – che dovrebbe essere esaminata sotto il profilo della fattibilita’, dell’opportunita’, dei beni oggetto della stessa, penso che la impellente necessita’ di tale operazione dovrebbe esserevalutata alla luce dei risultati che si vogliono ottenere per il futuro del porto di  Viareggio”.

“Ribadisco – conclude Granaiola – dunque ancora una volta la mia opinione , nella speranza di essere ascoltata: urge assolutamente un progetto di risanamento, non una dichiarazione di intenti, un quadro di prospettiva credibile e concordato con la citta’. un progetto senza il quale ogni strada singolarmente imboccata, specialmente senza valutare seriamente rischi ed opportunita’, rischia di portare la citta’ in un vicolo cieco, dal quale sara’ molto molto difficile uscire”.

No comments

*