Grande partecipazione al convegno di Federalberghi sulla promozione della Versilia

0
VIAREGGIO – Si è svolto lunedi il convegno “Strutture ricettive e tour operator – criticità nella promozione di un prodotto turistico di qualità”, organizzato da Federalberghi Viareggio in collaborazione con la Fondazione Campus di Lucca ed il supporto del Banco Popolare.
 
L’incontro, tenutosi presso la sede di Confcommercio Viareggio, ha visto la presenza di un folto pubblico su un argomento di così forte rilevanza per la Versilia.
 
Dopo i saluti del presidente di Federalberghi Viareggio Elisabetta Bellotti e dell’assessore alle attività produttive del comune di viareggio Valter Alberici, il presidente di Federalberghi Toscana Paolo Corchia, ha fornito una accurata panoramica sulle problematiche di sistema per una promozione incisiva del prodotto turistico di Viareggio e della Versilia.
 
I temi trattati hanno dato spunto di riflessione sulla revisione del sistema Toscana Promozione con un fattivo intervento del dirigente Alberto Peruzzini, che ha preannunciato la discussione in Regione sulle modifiche organizzative dell’ente.
 
Successivamente il direttore area affari tirrenica del Banco Popolare Mauro Biffi ha illustrato la risposta del mondo bancario alla necessità di rinnovo dell’offerta infrastrutturale delle imprese, nonché il sostegno per quello che resta l’andamento tipico stagionale del turismo prevalentemente balneare del territorio.
 
La sezione tecnica del convegno è stata curata dalla Fondazione Campus e molti sono stati gli spunti di riflessione forniti agli imprenditori: la tipicità, l’identità e autenticità del territorio devono diventare punto di forza della promozione, concetti spesso scontati ma che preludono ad uno sforzo continuo da parte dell’imprenditoria di fare sistema con i prodotti del territorio, le caratteristiche ambientali e culturali che solo in Versilia sono riscontrabili.
 
E’ ormai assodato che il web confronta quotidianamente l’offerta sul mercato e il visitatore, oggi più che mai, è indirizzato verso un’esperienza diretta del territorio più che alla visita tradizionale delle bellezze, oramai conosciute attraverso gli innumerevoli canali di informazione disponibili.
 
Infine un occhio di riguardo merita sempre la formazione professionale, mai scontata e sufficiente, con particolare riferimento all’alta formazione sui servizi nautico/terra per una maggiore fruibilità da parte di un settore spesso di passaggio sulle nostre coste.

 

No comments

*