Hashish, marija e “bamba”: il drug shop è in Pineta

0

VIAREGGIO – Letizia Tassinari – Pineta di Ponente. Il mercato della droga è li. Come sempre. Fiorente.  E i riflettori sul problema degli stupefacenti non si spengono. Sagome nasoste nel  buio, i pusher sono nascosti tra la vegetazione. E la “roba è pronta per essere venduta. A chiunque. Il via vai dei clienti, che si addentrano nel parco cittadino, è incessante.

Lo spaccio c’è’ da anni, nonostante la Polizia e i Carabinieri, in una sorta di gara tra guardie e ladri, con controlli volti a contrastarlo, combattano quotidianamente il fenomeno. E ne sono una riprova i tanti arresti, nonostante le risorse, e i mezzi, a disposizione siano scarsi, falciati dalla scure dei tagli.

10622786_1537096276522439_6445491896839308022_n10615642_1537096479855752_4721251572914938080_n

Tra i sentieri, nelle tenebre, il drug shop è aperto tutta la notte ed è facile, per chi cerca,  acquistare hashish, marija e cocaina. Per procurarsi la dose non è nemmeno necessario chiedere. Un fischio, o uno sguardo, sono il segnale sufficiente a far capire. Come se fosse la cosa più normale, e legale, del mondo. Il mercato è sotto le stelle, e tutti lo sanno, è impossibile non accorgersene. Trovare la “roba” per “farsi” non è difficile.

10345567_1537096353189098_5823880470433428760_n10624883_1537096333189100_3669446608790513931_n

“Ehi, amico… di cosa hai bisogno?”, è seduto su una panchina lo straniero che la offre e i prezzi sono abbordabili: ci si fa con pochi spiccioli e la consegna arriva in pochi attimi. Basta aspettare. La roba infatti,  il più delle vote è altrove,  nascosta sotto le  foglie, nel terriccio o nell’incavo di un tronco d’albero.

Gli spacciatori ancora padroni del parco cittadino? Si, tristemente.

(Foto Letizia Tassinari)

 

No comments

*