I lavoratori della New Wind non ci stanno: “Ci sentiamo presi in giro”

0

VIAREGGIO – I lavoratori della New Wind, non ci stanno. E oggi, dopo il botta e risposta tra Filcams e la gestione del Balena ( leggi anche: La New Wind replica alla Filcams: “Liquideremo i lavoratori del Balena”“La New Wind di Santini non rispetta i patti con la Filcams e i lavoratori”) Valentina D’Andrea, Elio Galassi, Giacomo Del Greco e  Eleonora Graziani controbattono: “Santini, si legge in una nota, afferma che uno di noi si dissocia dalle dichiarazioni di Umberto Marchi della Filcams Cgil, falso! Tutti noi, siamo compatti, abbiamo chiesto aiuto alla Cgil quando eravamo sull’orlo del licenziamento, Marchi ci ha aiutato ed è riuscito a farci continuare la  nostra attività lavorativa, siamo passati sempre con l’aiuto della Cgil, sotto la bandiera New Wind, abbiamo lavorato con tanti problemi, ci hanno chiesto e noi abbiamo dato, ma quando é arrivato il nostro momento di ricevere, la New Wind e con essa Santini ci ha girato le spalle. Marchi ha parlato con Santini e l’altro socio Andrea Farci, per farci retribuire un periodo di cassa integrazione non retribuita  ci era stato garantito che non c’erano problemi, dovevano versare i contributi del periodo entro il giorno 7 ottobre, non l’hanno fatto e hanno detto a Marchi che non intendevano farlo, idem per la retribuzione, che il sindacato ha fatto i calcoli ormai da mesi e consegnati alla New wind e anche qui, dopo mesi hanno detto che non pagavano, solo oggi, dopo articoli sulla stampa hanno chiamato Marchi per offrire qualcosa con firma dei lavoratori che non hanno più niente a pretendere. Ma non funziona così! Ci sentiamo tutti presi in giro, prima non hanno un centesimo per pagarci, poi so lo perché Marchi dopo aver avvisato l’avvocato della New Wind che si riteneva libero di agire e quindi uscire sulla stampa, ora si trovano soldi e ci offrono qualcosa. Non vogliamo qualcosa, non vogliamo elemosina, vogliamo ci sia riconosciuto quanto ci spetta e lo vogliamo tutti . Ci farebbe anche piacere sapere il nome di colui che si sarebbe dissociato dal comunicato della Filcams Cgil, solo per adire le vie legali dal momento che la notizia é falsa. Riteniamo ancora una volta che la Filcams Cgil nella persona di Umberto Marchi ci ha assistiti al fine di ottenere il nostro e invece questa direzione aziendale ci sta dando calci negli stinchi”. “Caro Santini, concludono i lavoratori, se vogliamo chiudere il nostro rapporto lavorativo in maniera chiara, basta pagare quanto la Filcams ha richiesto, stiamo attendendo con impazienza quanto ci spetta, inutile rispondere sulla stampa per
non compromettere l’immagine, la miglior risposta è quella di pagarci subito senza attendere oltre”.

No comments

*

Pescatori dispersi, si cerca ancora

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Mobilitazione generale. Dopo una intera nottata in mare ( LEGGI ANCHE: Naufragio, notte di ricerche in mare ...