Il Club del Negroni conquista il Salone del Gusto di Torino

0

Dopo il successo della Piazzetta del Gusto, durante la scorsa estate, è arrivato per il Club del Negroni il prestigioso invito al Salone del Gusto di Torino. La realtà viareggina, diventata vero e proprio luogo simbolo del saper bere di qualità, porterà alla kermesse piemontese, con i suoi creatori Filippo Mori e Josy Furrer, il ”Conte”, un Negroni molto speciale, unico al mondo, con gin ad alta gradazione, equilibri e sfumature diverse dal Negroni classico, da gustare senza ghiaccio perché non ama il freddo, invecchiato almeno cinque mesi. Il Club del Negroni, definito dalla stampa specializzata una delle dodici eccellenze della Toscana, sarà ospite dello stand del Club Amici del Toscano, dove alle 20.30 di domenica 26 ottobre nell’ambito dei Laboratori del Gusto andrà in scena una speciale degustazione durante la quale sarà presentata anche, in anteprima assoluta, una variante al tartufo del ”Conte” inedita e mai servita al Club dove entrerà in menu dopo l’evento. Ad accompagnare i differenti assaggi del “Conte” il sigaro creato per i 150 anni dell’Unità d’Italia a tiratura limitata, non più in produzione ma disponibile per l’occasione. Il Club del Negroni ha voluto inoltre con sé al Salone del Gusto alcuni prodotti di eccellenza a partire dal salame al Negroni e al peperoncino, ricetta del Club, prodotto dal salumificio Nicodemi di Massa, per passare alle salsiccine al profumo d rosa lavorate dal “nobile beccaio” Michelangelo Masoni con 7 ore di “bagno” al Negroni, savarin e macarones al negroni dell’accademico e “poeta pasticciere” viareggino Riccardo Patalani che presenterà anche una rivisitazione delle pesche di prato per l’occasione al Negroni, e per concludere l’azienda Maestà della Formica di Andrea Elmi con un’edizione speciale della marmellata arancia, negroni e peperoncino. Michelangelo Masoni e Riccardo Patalani saranno presenti a Torino per illustrare le loro specialità.  Insomma un’eccellenza, il Negroni, musa ispiratrice per altri maestri dell’enogastronomia versiliese e toscana, con il Club che diventa sempre più luogo e motivo per far crescere la cultura del saper bere e mangiare di qualità, con la presenza al Salone del Gusto a confermare il ruolo di punto di riferimento  non più soltanto sul territorio ma anche a livello nazionale.

No comments

*