Il Comune e il Pd rispondono a Bertola: “Falsità xenofobe e demagogiche”

0

CAMAIORE – ” Ci troviamo anche oggi, nostro malgrado, nel 72º anniversario della Liberazione, a dover smentire le reiterate falsità di chi, mancando di qualsiasi proposta seria, la butta in rissa in modo xenofobo e demagogico inventandosi una fantomatica emergenza migranti con la quale giocarsi la carta della paura. Invece di rassicurare la gente, si preferisce dividere la comunità e inventare falsità per spaventarla: un contenuto politico indegno, irresponsabile e ciarlatano. Nel giorno dell’inaugurazione del Cinema, Bertola tenta di gettare fumo negli occhi alla città: il Borsalino è l’emblema dei suoi anni di amministrazione, un bene pubblico lasciato con un metro di fango dentro”

La nota in risposta al candidato sindaco Giampaolo Bertola arriva dal Comune di Camaiore

“Qualcuno – che forse non ha mai saputo né imparato come funziona il Comune – confonde due progetti diversi e scambia le entrate con le uscite, traendo a piene mani dal solito trito repertorio di sparate elettorali a cui ci ha abituati. Nella Variazione di bilancio sono previsti come entrata 26.000,00 € che lo Stato ci dà come bonus migranti e che, insieme ad altrettanti soldi del Comune, saranno destinati nel prossimo mese all’inserimento lavorativo dei residenti camaioresi disoccupati All’attenzione del Consiglio Comunale, invece, andrà una convenzione con la Miselido per un progetto di espansione dei loro locali destinati alla risoluzione dell’emergenza abitativa: più case a disposizione dei camaioresi che davvero hanno bisogno, così da prevenire le situazioni di emergenza e continuare a risolverle, come già accade, entro 48 ore dalla notizia al Comune. Si tratta di due cose completamente differenti, entrambe a vantaggio della comunità. Il resto è solo rabbiosa e sterile polemica inventata ad arte”.

“L’ennesimo attacco del candidato Sindaco Giampaolo Bertola nei confronti dell’Amministrazione comunale rappresenta ancora una volta un’esilarante tentativo di mistificazione della realtà di un progetto che nulla ha a che fare, con quanto vorrebbe far credere ai cittadini camaioresi il candidato di Lega Nord e Fratelli d’Italia – aggiungono Federico Pedonese e Emanuele Faconti del Pd : ” Consigliamo vivamente all’ex sindaco che ci auguriamo tale rimanga, di informarsi attentamente prima di diffondere certe notizie: il progetto che il Consiglio comunale di mercoledì 26 aprile discuterà, riguarda l’attivazione di servizi per le nuove marginalità sociali quali un emporio, docce-bagni e dormitori per l’emergenza freddo (come già è avvenuto questo inverno) e per le emergenze abitative. Si parla di uno spazio dedicato a un circolo sociale per l’aggregazione di persone anziane, giovani e famiglie, ed anche uno spazio che possa accogliere anziani residenti nel Comune e nei comuni limitrofi che possano vivere in co-housing. Inoltre, sempre a titolo informativo per l’ex Sindaco, si parla anche di spazi che saranno riservati a bambini nella fascia di età 3 mesi/3 anni con il servizio di asilo nido. Il Circolo Pd di Lido di Camaiore intende esprimere la sua solidarietà a Claudia Barsanti, attaccata solo per aver accettato di far parte, come indipendente, della lista del PD alle prossime elezioni. Per noi del Partito Democratico è un onore avere nelle nostre fila diversi rappresentanti del mondo del volontariato, che rappresentano una bella tradizione fortemente radicata nel nostro territorio”.

 

No comments

*