Il Festival della Versiliana vince l’estate del maltempo, presentati i dati della 35ma edizione

0

PIETRASANTA  – 6 spettacoli da tutto esaurito nel teatro all’aperto della Versiliana e 5 sold out nella nuova location del Pontile di Marina di Pietrasanta, più di 19.000 biglietti staccati per gli spettacoli che hanno fruttato alle casse della Fondazione La Versiliana oltre 520.000 euro. Ottimo riscontro degli Incontri al Caffè de La Versiliana con una presenza stimata in circa 35.000 unità e delle attività dedicate ai bambini e alle famiglie. Si chiude con un bilancio più che positivo la 35/a edizione del Festival La Versiliana: un risultato gratificante per la Fondazione presieduta da Dianora Poletti, sia dal punto di vista culturale – grazie alla novità dell’ “Odissea” allestita nella suggestiva location del pontile – sia dal punto di vista delle presenze e degli incassi che hanno superato le previsioni di oltre 15.000 euro. Nonostante le follie meteorologiche di un’ estate anomala segnata da numerose precipitazioni e temperature quasi autunnali, il Festival della Versiliana edizione n. 35, vanta anzitutto un record che nel contesto dei festival all’aperto versiliesi appare molto significativo: nessuno degli eventi programmati è stato annullato. La Fondazione La Versiliana è sempre riuscita infatti  a mettere in scena i propri spettacoli, talvolta ricorrendo a soluzioni fantasiose che hanno evidenziato la notevole capacità della macchina organizzativa. E’ il caso dell’Odissea del 29 luglio, prevista al pontile e riallestita in tempi record direttamente sul palco del teatro nella pineta, con oltre 150 spettatori che si sono stretti attorno a Giuseppe Cederna per assistere comunque alla sua performance con la pioggia battente che si scatenava sulle sedie della platea. Dopo l’apertura della stagione con la vetrina di “Anteprime” che ha dato avvio al programma degli incontri al Caffè de La Versiliana con un successo crescente, il Festival della Versiliana chiuderà i battenti nel prossimo fine settimana con la Festa de Il Fatto Quotidiano.

unnamed

“E’ stata una stagione intensa – afferma il sindaco Domenico Lombardi – di grandi appuntamenti e sperimentazioni. L’Odissea sul pontile è stata un evento particolarmente gradito e partecipato dal pubblico, che non ha mancato di offrire forti suggestioni. A testimonianza che il Festival, anche quando si rinnova, punta sempre sulla qualità di contenuti e scenari. Abbiamo assistito ad una lunga cavalcata di spettacoli, incontri e iniziative che proseguiranno anche il mese di settembre con la collaborazione organizzativa alla Festa de il Fatto Quotidiano. In una stagione non facile dal punto di vista meteorologico, La Versiliana ha confermato la sua tradizione di serio intrattenimento per tutta la famiglia, vincendo anche il maltempo.” “Il successo di questa stagione – commenta la presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti – conferma il giusto indirizzo intrapreso dalla Fondazione e dai suoi soci – il Comune di Pietrasanta e la Banca della Versilia Lunigiana e Garfagnana – che mirava al consolidamento e al rilancio del Festival ed è il risultato di un lavoro sinergico del direttore artistico Luca Lazzareschi,  del direttore generale Manrico Nicolai e di tutto lo staff. ll bilancio che stiliamo è un bilancio positivo  e soprattutto oggettivo.  Non possiamo nascondere le difficoltà di una stagione in cui il meteo ha condizionato non tanto lo svolgimento degli spettacoli che siamo riusciti sempre ad assicurare, quanto la presenza degli spettatori. Ogni giorno, già a partire dalla mattina, eravamo letteralmente bombardati da telefonate in cui ci chiedevano se lo spettacolo o l’incontro si sarebbe svolto, segno che comunque, molti nel dubbio hanno preferito non osare, soprattutto coloro che venivano da più lontano. Essere riusciti a garantire tutti i pomeriggi il Caffè e la sera lo spettacolo è un successo che va ascritto anche alla professionalità dei nostri tecnici e agli uffici, che hanno dovuto fare i conti con le difficili condizioni atmosferiche – spesso anche fronteggiando situazioni d’emergenza concomitanti – come nel caso della serata del 29 luglio in cui oltre all’ Odissea con Cederna era in programma uno dei concerti di Pietrasanta in Concerto al quale la nostra Fondazione dà il supporto organizzativo.” La stagione teatrale: Firmato per il quarto anno consecutivo da Luca Lazzareschi, direttore artistico del Festival, il cartellone di spettacoli della Versiliana ha riscosso unanimi consensi per l’alta qualità della proposta artistica. 19.107 sono stati complessivamente gli spettatori che hanno assistito alle 30 serate di spettacolo messe in scena tra teatro e  pontile. Oltre alla Prima Nazionale di Dipartita Finale con quattro mostri sacri della recitazione (Branciaroli – Popolizio – Pagliai e Tedeschi) che ha portato in dote una importante eco mediatica, particolarmente prestigioso e apprezzato è stato soprattutto il progetto “Odissea – un racconto mediterraneo”, regia di Sergio Maifredi, che la Fondazione ha fortemente voluto ambientare sulla rotonda del Pontile di Tonfano, anche grazie alla collaborazione del Comune di Pietrasanta. Una scelta quanto mai indovinata che ha premiato la Fondazione La Versiliana con il tutto esaurito in cinque dei sei appuntamenti programmati. Quella del pontile è stata una location suggestiva ed originale, apprezzata dal pubblico e dalla critica;  una novità che ha anche contribuito a rilanciare l’immagine del Festival, come fucina di sperimentazioni, così come quella della Fondazione che si è dimostrata all’avanguardia e capace di esplorare nuove frontiere nell’intrattenimento culturale. Pienone anche per i gli spettacoli in programma al teatro. Il botteghino del Festival ha affisso per ben 6 volte il cartello “Sold-Out” con i concerti di Franco Battiato, Alessandro Mannarino, Renzo Arbore e  gli Stadio e con gli show di Enrico Brignano e Gaetano Triggiano, che hanno registrato il maggior numero di presenze.  A risentire di più delle condizioni meteorologiche avverse in linea generale sono stati soprattutto il balletto e la prosa, ovvero quegli spettacoli in cui minore è la prevendita. Ma la leggera flessione dei biglietti venduti ( erano 21.796 i tagliandi staccati nel 2013) non ha fatto venir meno un risultato che va considerato positivo nel contesto di un’ estate mai arrivata, che ha penalizzato tutte le stagioni culturali all’aperto. Da segnalare poi che rispetto allo scorso anno gli spettacoli allestiti al teatro sono stati 3 in meno: 24 è il numero totale a cui vanno aggiunte le 6 serate al pontile, che con una ridotta capacità di posti, non hanno potuto ospitare più di 400 spettatori, sebbene la richiesta fosse più alta. Sul fronte dei biglietti omaggio è proseguita la politica di contenimento messa in atto dalla Fondazione presieduta da Dianora Poletti e diretta da Manrico Nicolai.  I biglietti omaggio staccati sono stati 2.014 (erano 2.230 nel 2013) . In tempi difficili per lo spettacolo, la Fondazione ha inteso ribadire il concetto che i tagliandi di cortesia sono un privilegio riservato solo a coloro che sostengono a vario titolo le attività del Festival, ovvero istituzioni, autorità, sponsor, stampa e ospiti delle compagnie. Gli Incontri al Caffè de La Versiliana: Un’offerta varia, interessante e fitta di ospiti e argomenti sempre diversi quella dell’edizione 2014 del Caffè della Versiliana, forte dell’impulso che la Presidente della Fondazione La Versiliana Dianora Poletti ha voluto dare alla manifestazione coordinando personalmente le scelte di ospiti e conduttori che si sono alternati sul palco del salotto culturale e letterario più importante della Versilia. 51 sono stati gli appuntamenti programmati dal 7 al 26 agosto di cui sono stati protagonisti 113 ospiti, tra personalità del mondo del cinema, della letteratura, dello spettacolo, della politica, della medicina e dell’enogastronomia –  oltre ai due partecipatissimi incontri serali. Il Caffè de La Versiliana  è stato seguito complessivamente da un numero di persone che la Fondazione ha stimato in circa 35.000. Una presenza importante, nonostante l’estate contrassegnata dall’incertezza del tempo che ha messo più volte a rischio il normale svolgimento degli incontri. Un numero che conferma l’appuntamento pomeridiano con il talk show più seguito dell’estate un classico da non perdere, con punte di circa 700 – 800 spettatori, registrati per gli incontri con il Ministro Maria Elena Boschi, l’imprenditore Oscar Farinetti, il maestro dell’horror Dario Argento, Giovanni Toti portavoce di Forza Italia, il Ministro Stefania Giannini, Mauro Forghieri e Daniele Buzzonetti per l’incontro dedicato alla Ferrari, la cantante Malika Ayane, la mitica maglia viola Giancarlo Antognoni, il governatore della Regione Toscana Enrico Rossi. Seguitissimo anche l’incontro con  Piero Pelù organizzato nello spazio del teatro proprio per accogliere i  fans della rockstar. Successo eccezionale anche per i due incontri programmati in orario serale che hanno visto protagonisti Pippo Baudo il 16 luglio e Ermanno Scervino il 24 luglio, due eventi che hanno richiamato in modo particolare l’interesse della stampa e del pubblico del Caffè della Versiliana in una fascia oraria diversa da quella consueta. Tra le novità da segnalare la presenza di quattro nuovi conduttori: David De Filippi curatore della rubrica “AutoriTratti” e moderatore di molti incontri di questa edizione, Flavia Piccinni che ha condotto la rubrica “Donne che dovresti conoscere”, Marco Ferri con il suo “Affaire Cultura” e Federico Novella di Mattino 5 che ha moderato l’incontro con il Ministro Boschi. Una riconferma anche per la rubrica “Vite da Cinema (e dintorni)”condotta dal direttore del mensile di cinema Ciak, Piera Detassis che ha chiamato sul palco degli Incontri Margherita Buy, Dario Argento e Paola Minaccioni. Sempre atteso e gradito l’appuntamento del lunedì con l’enogastronomia condotto da Claudio Sottili con le golose degustazioni. Spazio alla politica e all’economia con Luca Telese mentre si sono riconfermati di grande appeal gli appuntamenti in collaborazione con la Fondazione Giorgio Gaber che hanno visto protagonisti Rossana Casale, Andrea Scanzi, Paolo Rossi e Paolo Hendel e quelli realizzati in collaborazione con “Versilia è benessere” condotti da Fabrizio Diolaiuti come anteprima del Festival della Salute. Le collaborazioni: particolarmente significative le collaborazioni che la Fondazione La Versiliana ha messo in cantiere per questa stagione. Da segnalare l’importante collaborazione con la Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, grazie alla quale la Versiliana ha potuto offrire al proprio pubblico lo straordinario Gran Gala Lirico del primo di agosto. Un evento che ha visto schierati sul palco della Versiliana gli artisti e gli oltre 140 tra professori d’orchestra e artisti del coro del lirico genovese, protagonisti di un serata ricca di emozioni. Oltre alla proficua collaborazione ormai consolidata con Pietrasanta in Concerto e con il Maestro Michael Guttman, è da segnalare poi quella con il Maestro Igor Raykhelson, pianista e compositore di origini russe che ha portato dentro agli spazi della Versiliana una novità di respiro internazionale: il Versilia Classica + Jazz Festival, una perla che ha visto esibirsi i migliori talenti russi della classica e del Jazz, aprendo le porte al pubblico russo, ancor più incentivato a frequentare la Versiliana, al di là dei balletti generalmente frequentati anche dal pubblico straniero. Da segnalare anche la prestigiosa collaborazione con la Fondazione Arpa del professor Franco Mosca che ha dato vita alla serata di gala benefica “Voci per l’Arpa” di cui, oltre a Paolo Ruffini e Ron, sono stati protagonisti i molti testimonial della Fondazione Arpa. Le mostre: La Versiliana ha voluto rendere omaggio a Romano Battaglia con una mostra gioiello delle sue pitture. A due anni dalla scomparsa dello storico patron del Caffè de La Versiliana, uomo di cultura, poeta e pittore oltre che romanziere e giornalista, la Fondazione ha allestito all’interno della Villa e grazie alla collaborazione della Signora Wilma Battaglia una mostra delle sue opere pittoriche. Mostra che è stata particolarmente apprezzata e visitata. Da segnalare anche la mostra realizzata in seno alla proficua collaborazione con la Fondazione Henraux che ha portato negli spazi della Versiliana splendide opere in marmo. Grazie alla collaborazione con la Fondazione Henraux sono stati inoltre ospitati due incontri al Caffè che hanno visto protagonisti Philippe Daverio e il gotha dell’architettura e del design. La Villa ha inoltre accolto una mostra di gruppo a cura del critico d’arte Lodovico Gierut realizzata per raccolta fondi per la ricerca sulle malattie neurodegenerative organizzata da ARNo. La Versiliana dei Piccoli. Ottimi risultati di presenze anche alla Versiliana dei Piccoli – curata da Massimo Pasquini – in particolare per i laboratori pomeridiani, dove le famiglie hanno potuto trovare una valida alternativa alla spiaggia nei giorni di tempo incerto. Se l’arena Spettacoli, sempre per le condizioni meteo avverse non ha potuto registrare un incremento, si è però avvicinata al record di presenze del 2013 (e quindi si può parlare di bilancio positivo) con 3100 biglietti venduti che hanno fruttato alle casse un  incasso di 12.400 euro. 8 sono state le “fiabe magne” autoprodotte dalla Versiliana dei Piccoli apprezzate da grandi e piccoli. Molto frequentati sono stati i laboratori tra cui la vecchia segheria, unico spazio coperto insieme alla libreria. Ai laboratori “tradizionali”, in questa edizione, si è aggiunta la novità dell’OrtoGrafico, dove i ragazzi, hanno “alimentato” una piccola mostra sui cibi del futuro. Seguitissimi anche i progetti realizzati con UniCoop Tirreno, ovvero gli incontri dal titolo Kitchen,  per due giorni di giocospettacolo oltre all’iniziativa Un pipistrello per amico con la grotta-laboratorio e la Bat-serata dove almeno 150 persone, ben oltre l’orario consueto dello Spazio Bambini, si sono spostate dall’Arena al  parco, per incontrare i mammiferi volanti. Altre novità si sono alternate per uno spazio in continuo fermento: Se potessi mangiare un’idea – laboratorio sulla poetica di Giorgio Gaber, la giornata sulla stampa antica con il museo di Lodi, I libri improvvisi con letture a sorpresa in collaborazione con la libreria Nina, L’Oliving Theatre e molto altro ancora. La Versiliana dei Piccoli è una fucina di contenuti e di idee in continua evoluzione, un valore aggiunto per la Fondazione la Versiliana che ogni anno registra negli spazi dedicati ai bambini, un incremento esponenziale di pubblico, anche straniero, e soprattutto di introiti grazie alla partecipazione numerosa agli spettacoli.

No comments