“Il grande freddo” di Lebigre & Roger

0

“Il grande freddo” “Soffia il vento, infuria la bufera… scarpe rotte eppur bisogna andar”. Il grande condizionatore è acceso signori e signore, nella sua impareggiabile innegabile funzione contraddittoria, venduto all’umanità dalla Finanzia Mondiale, esso continua a raffreddarci le anime condizionandole, instancabilmente e con una potenza mai vista prima! Nonostante il piccolo inconveniente dal riscaldamento climatico, funziona alla perfezione e quest’anno si aggiunge uno splendido nuovo optional IL GRANDE FREDDO: con in premio un remake della guerra fredda!
Mentre pare arrivare una insolita nuova era glaciale dove l’economia diventa creatore imponente e onnipresente della nostra vita, i governi e le potenze economiche si scaldano sulle braci accese del globo, conflitti, disastri ecologici, crolli in borsa, carestie e i popoli della terra sono sempre più costretti a migrare da una parte all’altra sotto il tiro implacabile del Dio Denaro, così sembrano felici di vivere da moderni clochards col nostro carrello della spesa ricolmo di illusioni e dei valori ideali del mercato. La terra continua a surriscaldarsi senza freno, incendiata dall’ignoranza, accecata dalle locuste del profitto, accerchiati da guerre e distruzioni varie, depredata delle sue risorse naturali, sterminate le sue specie animali, minacciate le api impollinatrici, cementificata e consumata modificata geneticamente e irradiata in ogni suo angolo essa ci avvisa ci implora in ogni modo di cambiare stile di vita. Il grande Condizionatore, invenzione GENIALE, ci ha portato una nuovissima ibernazione, dove e ancora una volta potremo abbandonarsi a godersi il brivido di una nevicata madornale di neuroni congelati. Avanti il primo! Il grande freddo è arrivato! Acquistatelo in duemila quindici comodate rate (che avete comunque già sottoscritto). Poi in ogni caso, state sereni, rimarrà sempre qualche pianeta abitabile, vero?

No comments

*