“Il mio grazie alla Guardia Costiera, anche a nome della Asl 12”

0

LIDO DI CAMAIORE – “Sento il dovere personale a nome anche di tutta l’Azienda Usl12 di Viareggio di ringraziare la Guardia Costiera ed il Comando Generale delle Capitanerie di Porto che recentemente, ancora una volta, hanno dato la loro disponibilità per effettuare con un elicottero della base di Luni il rientro di un paziente nostro residente”. E’ il dottor Stefano Buzzigoli
Direttore Dipartimento DEU e UOC Anestesia Rianimazione che scrive: ” Il signor N.S. di anni 62 era venuto nel Pronto Soccorso dell’ Ospedale “Versilia” per una severa insufficienza respiratoria, legata ad un’infezione influenzale H1N1 correlata. Purtroppo in emergenza era stato trasferito presso la Rianimazione di Pescia per temporanea mancanza di posto letto nella nostra Terapia Intensiva. Per ulteriore peggioramento clinico, la Rianimazione di Pescia  poco dopo contattava la Rianimazione Universitaria Vecla di Milano, centro all’avanguardia per il trattamento delle insufficienze respiratorie che necessitano di ossigenazione extracorporea (ECMO). Immediatamente da Milano un’ambulanza speciale, con attrezzature dedicate anche all’ossigenazione extracorporea, rendeva possibile il ricovero al Vecla. Effettuato l’ECMO con successo e con netto miglioramento clinico e contattati dai Rianimatori di Milano, la nostra Terapia Intensiva si rendeva disponibile ad accogliere il paziente. In tale circostanza, vista l’indicazione ad effettuare un trasporto rapido in un paziente ancora non del tutto stabilizzato per gli esiti dell’infezione e l’impossibilità di ricorrere all’elisoccorso della Regione Toscana che avrebbe sguarnito per troppo tempo la postazione di emergenza, abbiamo contattato la Guardia Costiera ed il Comando Generale delle Capitanerie di Porto con risposta affermativa al servizio richiesto. In questo modo con un elicottero della Guardia Costiera di Luni, da noi equipaggiato con le dotazioni elettromedicali necessarie e con a bordo la dottoressa Valeria Lupo Specialista di questa UOC ed il dott. Andrea Nicolini Direttore del nostro 118, il paziente è stato trasferito nella nostra Terapia Intensiva per prosecuzione di terapia e  quindi inviato in Alta Intensità Pneumologica, dove il paziente è ben seguito, sta bene e tra non molto potrebbe essere dimesso. Per il servizio svolto e per la disponibilità dimostrata in passato in altre circostanze analoghe, esprimo la mia sincera gratitudine per questo esempio di buona sanità e per la costante attenzione che la Guardia Costiera ha sempre avuto nel soddisfare le nostre richieste in caso di bisogno”.

No comments

*