Il parco giochi della discordia: botta e risposta tra Rovai e Santini

0

LIDO DI CAMAIORE – Botta e risposta tra Alessandro Santini e l’assessore Rovai dopo la risposta di quest’ultima ( leggi anche: L’assessore Rovai risponde a Santini: “Sul parco giochi nessuna denuncia”) in merito al parco giochi di Lido di Camaiore: ” Cara Assessore  Olga Rita Rovai – scrive Santini –  invece di telefonare alla Polizia Municipale ed ai Carabinieri faccia meglio il suo lavoro, esca dal Municipio e si faccia vedere più spesso per strada a Lido di Camaiore. Venga a vedere con i suoi occhi in che stato di degrado versa il Parco dei Bambini accanto a Villa Emilia. Venga a vedere e si accerti di persona come e’ tenuto il Parco e quanto fa schifo oggi a chiunque vi passa davanti. Lei lo chiamerebbe ancora Parco dei Bambini? Lei, Assessore Olga Rita Rovai, ci porterebbe dei bambini? Non faccia un’inutile difesa d’ufficio contro una verità che è sotto gli occhi di tutti. Non dia giudizi su ciò che non sa, non conosce e neppure tenta di sapere. Il Parco e’ abbandonato e l’Amministrazione non fa nulla per miglioralo e lo sa il mondo intero quanto e’ sporco. Invece di perdere tempo a telefonare a Vigili e Carabinieri prenda la sua macchinina e venga di persona, l’accompagnerò io. Venga a vedere come e’ oggi. Venga e finalmente si renda conto con i suoi occhi. Lo sa o no che ci troviamo nel bel mezzo del centro turistico di Lido di Camaiore? Il parco e’ accanto alla chiesa, accanto alle poste, accanto a quello che resta degli uffici comunali, sporchi anche quelli. La notte e’quasi al buio per colpa di un’illuminazione oramai vecchia ed inadeguata. E lei mi viene a parlare di falso allarmismo? Gli spacciatori extracomunitari ci sono e li ho visti con i miei occhi. E’ sicura che i carabinieri non hanno segnalazioni in merito? O lei dice il falso o le hanno riferito il falso. Ho personalmente fatto una segnalazione recandomi alla stazione dei Carabinieri di Lido di Camaiore informando che c erano gli spacciatori la domenica mattina alle ore 10.30, quindi per favore si risparmi l’inutile paternale e i consigli da maestrina dato che nemmeno conosce la situazione. Le mie segnalazioni, anche se danno noia, sono pubbliche, precise e circostanziate, e se a qualcuno danno fastidio sarà bene che si dia più da fare, amministratori pubblici compresi. Il Comune deve fare il suo dovere: ripulire il Parco dei Bambini perché e’ in uno stato vergognoso!”

No comments

*