Il Pd: “E’ stata una settimana di passione, speriamo di farcela”

0

VIAREGGIO – E’ stata una settimana di passione, per Viareggio, la Amministrazione e il PD.

“Purtroppo – si legge nella nota stampa –  l’eredità che ci è toccata è davvero pesantissima sia in termini di bilancio che in ragione dei problemi che la città sta vivendo, e che richiederebbero un Comune in piena salute. Ma non vogliamo nasconderci dietro le pur gravi responsabilità altrui: a noi è toccato governare un Comune disastrato e noi dobbiamo dimostrare di esserne capaci. La convocazione del Consiglio Comunale per la dichiarazione di dissesto, prevista per la prossima settimana, chiude una prima difficile fase di governo, in cui, certo, non sono mancati errori, incertezze e ritardi. Crediamo almeno in parte comprensibili, alla luce del fatto che si è dovuti andare a “scoprire” quale fosse il reale stato dei conti della città, nascosto in una serie di bilanci che possiamo definire senza ipocrisie falsi, e alla luce del fatto che abbiamo purtroppo trovato diffuse prassi amministrative irregolari o illegittime. La dichiarazione di dissesto, la rimessione del mandato nelle mani del Sindaco di tutti i componenti della squadra di governo che fanno parte del PD, la importante dichiarazione di oggi del Sindaco di voler voltare pagina e avviare una fase politica e amministrativa completamente nuova, dando ampia disponibilità a avviare una discussione seria, ci consentono di dire che siamo nelle condizioni di avviare una nuova fase. Come PD vogliamo accompagnare questa nuova fase politica, lavorando a ricostruire una compattezza di partito e di maggioranza, sapendo che senza la nostra coesione la città rimarrebbe senza governo e senza bussola. Non ci facciamo illusioni. I tempi che ci aspettano sono difficili. Le scelte da fare spesso saranno comunque dolorose e pesanti, una situazione che facilita i distinguo piuttosto che l’unità. Ma su questi presupposti seri possiamo chiedere alle altre forze politiche di aprire una fase di dialogo nuova, pur nel rispetto dei ruoli diversi che i cittadini ci hanno attribuito alle elezioni. Continueremo a  tentare di ricostruire un rapporto di governo con Sel, che consideriamo strategico. Nel contempo, la situazione eccezionale che la città sta vivendo ci induce a ricercare anche con tutte le altre forze politiche un rapporto più costruttivo, meno inutilmente rissoso, aperto alla indicazione di proposte e soluzioni nell’interesse superiore della città. Speriamo di farcela”.

No comments

*