Il progetto “scuole aperte” arriva in Versilia

0

VIAREGGIO – Si è svolto a Viareggio, presso il Liceo Classico Carducci, il primo incontro del Progetto Scuole Aperte per l’anno scolastico in corso.

Gli studenti delle Scuole Superiori della Versilia (oltre al Liceo ospitante, il Liceo scientifico “Barsanti e Matteucci”, l’Istituto I.I.S “Chini-Michelangelo”, l’Istituto Tecnico Nautico “Artiglio” L’Istituto Tecnico Industriale “G. Galilei”, l’Istituto Professionale per il Commercio “G. Marconi” e il Liceo Artistico “Stagio Stagi”) hanno partecipato all’iniziativa organizzata dal Tavolo di Lavoro permanente sull’educazione, coordinata dal Prefetto Giovanna Cagliostro, sul tema del Gioco d’Azzardo.

Dopo i saluti del Dirigente scolastico professor Regali, a condurre la discussione è stato il Capitano Antonio Rovai del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, il quale ha approfondito gli aspetti del gioco connessi ad eventuali infiltrazioni della criminalità e sotto il profilo dei controlli da parte dello Stato volti a prevenire i reati di riciclaggio e di usura.

Ed è proprio dall’usura che è cominciata la discussione con gli studenti che si sono confrontati con la Dottoressa Maria Vittoria Sturaro dell’Azienda Sanitaria Locale 12 di Viareggio sulle motivazioni che inducono le persone a giocare, a volte fino all’ossessione, con il rischio che ciò diventi una dipendenza, quella che prende il nome di ludopatia.

L’incontro è stata l’occasione per presentare alle scuole della Versilia il Progetto,già sperimentato, con successo, nelle scuole superiore del Comune di Lucca, lo scorso anno.

L’iniziativa infatti si inserisce nell’ambito delle attività svolte dal tavolo citato e costituito da tutti i relativi componenti.

I docenti presenti hanno manifestato interesse e avanzato proposte di approfondimento che saranno discusse unitamente ai componenti del tavolo al fine di favorire il proseguo del progetto nelle scuole del territorio versiliese.

No comments

*