“Il saio non fa il monaco e spesso la giustizia sociale ha cittadinanza dove meno uno se l’aspetta”

0

CAMAIORE – “Quando ci si riempie la bocca con la “Partecipazione” tanto per fare demagogia e poi si prendono decisioni importanti unilateralmente alla faccia di tutto e di tutti. Naturalmente in pieno stile Renziano,tanto in voga in questo periodo politico italiano”.

La nota stampa, che pubblichiamo integralmente, è a firma di Marco Daddio, a nome di Forza Italia e Lista Civica per Matteucci: “Così si è comportato il Sindaco Alessandro Del Dotto con l’approvazione del bilancio di previsione del 2015 in particolar modo nel settore del sociale. Sì proprio nel settore sociale tanto caro alla sinistra,ma solo sulla carta,dove si è sforbiciato a destra e a manca diminuendo varie voci essenziali e nel complesso le risorse ad esso destinate. Tari, TASI, bollette per gas e quest’anno problemi con bollette dell’acqua , le agevolazioni  varie previste a livello comunale sono state sforbiciate in questi due anni  nonostante l’aumento degli indigenti e, più in senso lato,delle famiglie bisognose. Da circa 250.000 euro di agevolazioni sulla Tari previste nel 2014 nel 2015 ne sono previsti appena 170.000. Tutto questo senza accordarsi con le rappresentanze sindacali delle varie sigle ed estrazioni tanto da essere arrivati a fine maggio senza aver ancora sottoscritto il verbale  con i sindacati pensionati e confederali ,cosa mai successa con le passate amministrazioni di centro-destra. Anzi possiamo dire con orgoglio che per moltissimi anni l’accordo di Camaiore per le agevolazioni tariffarie e le quote di assistenza era il primo raggiunto in Versilia e veniva preso come esempio e come base per gli altri Comuni. Che dire alla luce di queste considerazioni e verità….il saio non fa il monaco e spesso la giustizia sociale ha cittadinanza dove meno uno se l’aspetta.”

No comments

*