Il senso delle cose. Mario Calogero espone le sue opere a Villa Gori

0

Dal 12 luglio fino al 20 sarà possibile visitare la mostra “Il senso delle cose” del pittore Mario Calogero. La mostra, che sarà inaugurata alle ore 21 di sabato 12 luglio,  è stata curata  da Lodovico Gierut ed allestita presso il Centro espositivo di Villa Gori a Stiava. Scrive  Dino Carlesi “Un Calogero che riesce in “Pineta a Viareggio” (1999) e in “Ulivi a Massarosa” (1996) a filtrare e a distribuire le luci attraverso fogliame ed erbe con intensa poeticità: luci che esaltano i colori e penetrano negli elementi naturali indipendentemente dalla visione di una fonte luminosa legata strettamente al gioco delle ombre e, come tale, individuabile.

L’equilibrio e l’armonia compositiva caratterizzano gli ultimi paesaggi dove gli accordi tra toni, le proporzioni, le misure, creano la sintesi delle varie parti, in modo che la bellezza emerga pur nella difformità dei piani e nella libertà cromatica dei chiari e degli scuri.E’ giunto il momento di guardare con attenzione, con sicurezza al lavoro pittorico di Mario Calogero, dove c’è tutta la forza esplorativa e poetica che egli dà alle sue opere sempre maggiore libertà”

Mario Calogero è nato a Pizzo di Calabria nel 1945, dopo aver conseguito la maturità artistica presso il Liceo di Brera, si laurea alla facoltà di Architettura presso il Politecnico di Milano.Fin dai primi anni ’60 s’interessa al mondo artistico e nel quartiere di Brera in quel periodo era facile incontrare artisti come Guttuso, Migneco, Cantatore, Purificato, i quali influiscono nel percorso artistico di Calogero. Dal 1968 espone in mostre nazionali e internazionali: Milano, Varese, Genova, Pisa, Bruxelles, Strasburgo ed infine in Versilia. dove vive e lavora, circondato da quel mondo fatto di ulivi, di ginestre, di mare, di lago e di padule.

No comments

*