Il Tallio a Pietrasanta e la “fuga” di Mori

3

PIETRASANTA – Il tallio a Pietrasanta e la “fuga di Mori. Potrebbe essere un bel titolo per un film, ovviamente tragicomico. La nota stampa, che pubblichiamo integrale, è a firma di Forza Italia:

“Vediamo di riassumere:

  • Lombardi pone la sua ricandidatura
  • Mori chiede le primarie
  • Lotta nel PD per la candidatura;
  • Voto dei delegati a favore di Lombardi e senza primarie;
  • Scoperta ufficiale del Tallio
  • Dimissioni di Mori
  • Mori non ne sapeva niente?????
  • Solo Viti sapeva?????
  • Il Sindaco all’oscuro di tutto?????
  • Forassiepi (ass. ai L.L.P.P.) non sapeva niente?????
  • La Giunta Comunale completamente non informata?????
  • Alberto Giovannetti è Babbo Natale e Adamo Bernardi la Befana.

 

Sono troppe le cose che non “tornano” e sinceramente i cittadini e anche noi ci saremo stancati.

La vicenda Tallio ha ormai assunto contorni da Spy Story, nella quale si è perso di vista la questione principale, quella della salute umana.

Assistiamo da oltre due mesi ad un rimpallo di responsabilità con la voglia di tutti gli attori di scaricare sul vicino le colpe.

Noi prima di tutto desideriamo che l’acqua sia resa potabile e che non vi sia alcun pericolo per la salute dei Cittadini, poi, chi è preposto a farlo stabilirà se esistono o meno delle responsabilità.

Riteniamo che non vi sia qualcuno che di proposito ha causato questo enorme problema, tuttavia riteniamo che la cosa sia stata sottovalutata e poi gestita malissimo, sia nell’emergenza, cosa ancora in corso, che nella giusta e competente comunicazione.

Ci pare evidente che non possiamo credere che le colpe dei ritardi circa la chiusura delle sorgenti e della somministrazione delle acque possa ricadere sul solo Assessore Viti.

Ad oggi pare che soltanto lui fosse a conoscenza della cosa già dal 1° settembre 2014.

Il Sindaco, il Vice Sindaco, l’Assessore ai Lavori pubblici e quello alle frazioni (ex funzionario dell’uff. ambiente), non ne sapevano niente?

La Giunta comunale, che il sindaco in questi anni ha detto di riunire ed informare su tutto, anche se presentare o meno un libro in S. Agostino, non ne sapeva niente?

Ci permettete di non crederci? Grazie.

E poi altra cosa accaduta, ovviamente per un puro caso, la coincidenza delle dimissioni/fuga di Mori quasi concomitanti con la vicenda Tallio.

Abbiamo una tentazione enorme di presentare una mozione di sfiducia per questo “bel gruppetto” di grandi amministratori, non sappiamo ancora se lo faremo, auspichiamo però che la scelta fatta da Mori venga seguita anche dal Sindaco e dal resto della Giunta, farebbero un “regalo” a tutta la comunità.

Pensare di averli ancora per 4 mesi alla guida della Città ci fa tremare i polsi.

Nel frattempo, come nostra abitudine, non ci sottraiamo alle nostre responsabilità di Consiglieri Comunali, chiediamo quindi un incontro urgente con il Sindaco, l’Ass. Viti e Forassiepi, congiunto ai tecnici dell’Ufficio Ambiente, Gaia e Asl, perché pretendiamo di conoscere esattamente come stanno le cose. Visto che il Consiglio Comunale aperto si è trasformato in un convegno.

Inoltre vogliamo sapere che cosa sta facendo la Giunta circa l’immagine della Città in conseguenza della vicenda Tallio.”

 

 

3 comments

  1. Martino 29 novembre, 2014 at 14:28 Rispondi

    Sono residente a Valdicastello e quindi direttamente coinvolto nella vicenda Tallio.
    Probabilmente sono decine di anni che ci avvelenano con lafornitura presunta di acqua potabile.
    Ho partecipato con i miei compaesani a tutte le sedute delle riunioni tecniche e politiche sul tallio e c’e’ stata una sola persona che ci e’ sempre stata vicina, che ha tirato le fila dei lavori con l’ente gestore Gaia, che ha coordinato gli interventi della AASL e che continuamente ha avuto il fegato di presentarsi a tutti noi dandoci il suo cellulare e raccogliendo ogni nostra richiesta. Questa persona e’ Italo Viti, attuale assessore all’ambiente. Il signor Giovannetti, vicesindaco nei precedenti 10 anni di amministrazione, oltre ad essere anche lui corresponsabile, non si e’ mai visto, non ha mai proposto alcun intervento e, francamente, il suo pontificare ci fa ridere . Io ho due bambini, avvelenati anche loro dal tallio, ma se potessi scegliermi il prossimo sindaco non avrei dubbi , mi metterei nelle mani di chi ci ha messo faccia e cuore, mi metterei nelle mani di ha sempre fatto cio’ che ha detto senza tradire mai la nostra fiducia. Mi metterei nelle mani di Italo Viti.

  2. beatrice 30 novembre, 2014 at 11:13 Rispondi

    In centro c’è tallio, poi c’è ferro, poi c’è il cloro. E i tubi sono vecchi e i lavori in corso. Non se ne può più. La faccenda è stata gestita male. Adesso è vergognoso che ci sia qualcuno che tenti di sfruttare la vicenda per scopi elettorali. Del Mori non posso dire niente, non lo conosco, non l’ho mai visto. Non so come mai si dimise da vicesindaco ma spero con l’abbia fatto per dissidi personali con il sindaco. Ai tempi di Mallegni c’erano tante promesse che poi sono state mantenute solo in parte e solo a pochi. Questi qua credo si siano trovati un debito enorme. Certo che i lavori pubblici sono stati limitati e il sindaco Lombardi, brava persona, ma c’ha sempre un muso lungo che sembra gli sia morto il gatto. Vedo che il Viti viene attaccato da quelli di Forza Italia, mi sembra di capire che lo fanno passare da irresponsabile. Hanno un bel coraggio. Almeno lui lo trovo sempre in mezzo alla gente. Lo trovo un uomo molto sensibile e molto preparato. Leggo qua sopra che lo voterebbero come sindaco. Io non lo so, mi sembra troppo franco, per fare il sindaco bisogna essere molto “smanicati”. Certo, visti gli altri presunti candidati, per ora il migliore rimane lui.

Post a new comment

*