“Il Testo Unico Del Dotto & C.”

1

VERSILIA – “L’Italia è al primo posto in Europa nella classifica dei paesi che hanno subito procedure d’infrazione da parte dell’Unione Europea: ne ha collezionate ben 99. Inoltre vanta il primato anche in materia di multe per trasposizione tardiva di norme europee (ben 36 ad oggi). Eppure l’europeista Partito Democratico non perde occasione per elaborare qualche nuovo escamotage per beffare i teutonici commissari europei esponendo tutti i cittadini al pagamento di multe salatissime, salvo poi leccargli le scarpe quando manda il giullare di turno a Bruxelles per esporre le sempre derise politiche comunitarie elaborate a Roma”. La nota stampa, che pubblichiamo integrale, è a firma del Movimento Cinque Stelle della Versilia Storica: ” A riconferma di ciò la Senatrice Manuela Granaiola di Viareggio ha scomodato, in questi giorni, nientemeno che un giurista del calibro del Sindaco di Camaiore per partorire un disegno di legge rivoluzionario, capace di aggirare la scomodissima Direttiva Bolkestein a tutto vantaggio di una categoria mai sufficientemente privilegiata dai precedenti governi sia di destra che di sinistra, grazie a continui rinvii delle aste (a partire dal 2006), ai vari condoni edilizi e fiscali fino alla recentissima norma che prevede il condono dei canoni di concessione non pagati. Il disegno di legge presentato dalla Senatrice Granaiola, denominato Testo Unico Del Dotto, si propone di sottrarre tutta la materia delle concessioni demaniali marittime alla disciplina della Direttiva Servizi con un escamotage quanto mai bizzarro ed esilarante, un uovo di Colombo a cui nessuno aveva mai pensato: basta cambiare la natura giuridica dei rapporti insistenti sul demanio marittimo e il giuoco è fatto. Ma come è possibile non averci pensato prima? E’ passato esattamente un anno dal flash mob che il MoVimeto 5 Stelle di Viareggio, coadiuvato da tutti i gruppi della costa Toscana, ha organizzato proprio davanti all’abitazione della Senatrice con una goliardica mascherata di befani che portavano il carbone ai parlamentari ritenuti più cattivi nel corso del 2013. In quest’anno la situazione non è evidentemente cambiata, anzi è peggiorata. Le 30.000 aziende interessate dalla Direttiva Bolkestein darebbero lavoro a circa 300.000 addetti, circa dieci occupati ad azienda in media, una stima quanto meno fantasiosa senza contare del fatto che parliamo di 5 mesi all’anno. Il giro di affari dichiarato ammonta a circa 2,5 miliardi di Euro, mentre la stima di Agenzia del Demanio ammonta a circa 10 miliardi di Euro. La Senatrice Granaiola non si preoccupa, ovviamente, di studiare come recuperare questo gettito fiscale che da solo costituisce quasi il doppio dell’IMU nazionale sulla prima casa (circa 4 miliardi di Euro), ma piuttosto ritiene essenziale per il bene dei cittadini studiare l’ennesima gabola per beffare i commissari di Bruxelles con un impianto giuridico degno della Commedia dell’Arte. A quanto pare il flash mob del 5 gennaio 2013 non è bastato a veicolare il messaggio che il MoVimento 5 Stelle Versilia Storica sostiene da sempre: la spiaggia appartiene a tutti i cittadini e nessuna operazione lobbistica potrà trasformarla in un bene privato a vantaggio dei soliti soggetti.

1 comment

  1. maurizio 6 gennaio, 2015 at 19:00 Rispondi

    Te lo riscrivo per te e per quelli che non hanno capito niente di noi!!:dare dei lobbisti alla nostra categoria vuol dire non sapere niente del nostro lavoro e della nostra storia.Quando le nostre attività sono nate,e parlo dell’anteguerra se non addirittura dell’ottocento non esisteva neanche il turismo da spiaggia,CHE IN REALTA’ E’ STATO CREATO DA NOI!I nostri nonni o i nonni da cui abbiamo acquistato le attività,come qualsiasi attività di cui si paga il sito e l’avviamento ,hanno avuto la grande, E MAI RICONOSCIUTA ,abilità imprenditoriale in un momento storico che non esisteva neanche la parola IMPRENDITORE !!!!A proposito di imprenditori, devo fare una precisazione:sto parlando di un genere di imprenditore che la maggior parte degli italiani (pur vedendoci ogni giorno se scelgono di farci visita)non conosce e denigra(come a chi sto rispondendo)Mentre è visto come un Elkann o Agnelli che lavoricchia 2 mesi l’anno e trascorre i restanti a contare i soldi che ha guadagnato, in realtà, nato come semplice bagnino, nel corso degli anni ha imparato a fare lo spazzino del mare,della spiaggia,il cameriere,il barista,il cuoco ,il muratore,l’idraulico,il lavapiatti,il falegname eccetera eccetera eccetera….vede io sono uno di quei “lobbisti”,ho più di 50 anni e pur ritenendomi strafortunato (ma di una fortuna creata dalla mia famiglia e da me.. non dallo stato che ci è sempre stato contro) alla sera porto (orgogliosamente)sulla passeggiata nei cassonetti sacchi della spazzatura grandi come me che non so lei, ma molti dei nostri denigratori non hannomai neanche visto.(ah di tares paghiamo una cifra di 4 zeri per 6 mesi che dovrebbero venire a raccogliermela con i guanti bianchi!!!).Tornando al problema:quando sono nate le concessioni che ora tutti vogliono di tutti (e scusi il gioco di parole)le suddette praticamente non esistevano neanche ,le ha “concesse”lo stato(guardandosi bene di venderle)per poter pretendere da quei FANTASTICI,MODERNI,IMPRENDITORI CHE VEDEVANO LUNGO, un tributo(tasse).Rubo a questo punto le parole di una persona di cui non ricordo il nome:QUANDO I NOSTRI NONNI FACEVANO TURISMO, A MIAMI C’ERANO GLI INDIANI E A SHARM I CAMMELLI!Ancora:in molti casi le suddette concessioni erano anche discariche o angoli non particolarmente belli e solo l’intrapendenza di questi “lobbisti” li ha resi quei posti così appetibili che tutto il mondo ci invidia( e ci copia)La mia stessa locazione non era un granchè e nel dopoguerra è stata praticamente la discarica di un atto di sabotaggio nazista e degli scavi della ferrovia.Quando scavavamo per mettere i pali dei ponti ,appena usciva un pò di terra mio padre mi diceva :guarda,la terra della Crocetta(collina fatta saltare dai tedeschi)Vede,tutto questo pistolotto per cercare di spiegarle(ahimè già lo so..invano)che le concessioni le LE ABBIAMO INVENTATE NOI!!Non’è come una casa popolare o qualsiasi altra cosa statale che noi abbiamo chiesto e ci è stata “concessa”o come molti ora affermano abbiamo RUBATO!.Queste “case popolari “non esistevano e molte volte nessuno le voleva.I “lobbisti” hanno visto il terreno e hanno capito che c’era una possibilità!Sempre i “lobbisti”hanno chiesto allo stato di poterle avere,e lo stato ben contento di averne un profitto gliele ha “concesse”,I “lobbisti “allora,sempre a spese loro e non dello stato( a differenza delle case popolari)hanno costruito (quasi sempre opere mobili) e hanno aperto le loro attività.Da notare che solo grazie ai “lobbisti” e alle loro battaglie molte spiagge ESISTONO,e quindi non’è che noi abbiamo rubato (e continuiamo a rubare)un bene dello stato come se ci fossimo impadroniti di case popolari…è come se lei costruisse una casa in un terreno dove nessuno ha pensato di costruire E POI UNA VOLTA COSTRUITA PAGASSE L’AFFITTO ALLO STATO!!! Il ragionamento che fa lei(e ahimè l’opinione pubblica)è quello di una persona nata un secolo dopo(non si offenda lo sono anch’io,ma ho la memoria dei miei vecchi)che vede solo la parte finale della storia e dice:-Però bello questo posto , perchè non’è di tutti?-….così è facile…ma la realtà non’è questa…l’asta pubblica va fatta nelle aree non occupate(e ce n’è per sempre)nelle aree degradate,(come lo erano molte delle nostre)in tutti quei siti come vecchi penitenziari,vecchie caserme,vecchi fari eccetera eccetera che renderebbero appetibile le nostre coste abbandonate ai turisti di tutto il mondo….Anzi mi correggo :abbandonate a parte quella piccola percentuale occupate da noi che ha fatto conoscere al mondo(senza nessun aiuto statale ci tengo a ribadire)la nostra riviera ligure,toscana,emiliana etc. etc.Per rinfrescarsi la memoria si riguardi qualche vecchio film di Sordi o Gasmann quando i nostri stabilimenti facevano il giro del mondo facendo fare bella figura (altro che fiat,alitalia,e altre tasse,perché di questo si tratta)al bel paese portando poi un sacco di turismo e indotto annesso…

Post a new comment

*