In preda ai fumi dell’alcol mordono e prendono a calci e pugni i poliziotti, arrestate due donne

0

LIDO DI CAMAIORE – Il centralino del 113 preso d’assalto, questa notte poco dopo le 2. Numerose le telefonate, giunte alla sala operativa del Commissariato di Polizia di Viareggio, e tutte riferivano di due donne che, in evidente stato di alterazione, infastidivano e aggredivano i clienti di un noto locale sul lungo mare del Lido di Camaiore.

L’equipaggio della Squadra Volante, giunto sul posto, non tarda ad individuare le due persone segnalate. Appena gli agenti si avvicinano per identificarle vengono però aggrediti, prima verbalmente, poi una di loro si scaglia contro uno dei poliziotti colpendolo con calci e pugni, riesce a strappare la camicia della divisa e, utilizzando una penna caduta a terra, tenta di ferirlo.

Mentre gli agenti, con non poca difficoltà, vista la reazione spropositata della donna che cerca di divincolarsi anche mordendo, riescono a metterla in sicurezza a bordo dell’auto di servizio,  l’altra, che aveva assistito passivamente alla scena, tenta una vana fuga ma viene subito raggiunta.

Anch’essa, nel tentativo di sottrarsi al controllo, aggredisce i poliziotti che  riescono, nonostante tutto, a fermarla.

10524387_10204573113071492_182298523_n

La prima donna, ancora non “soddisfatta”, si sfoga all’interno della Volante infrangendo con una serie di calci il finestrino posteriore della Volante. Per calmarla è dovuto intervenire un medico del 118 che, dopo averla sedata, ha deciso il suo trasporto presso il pronto soccorso dove è stata trovata positiva alla cocaina e sotto l’influenza dell’alcol con valori elevatissimi.

Le due, identificate per R.B., milanese del ’75  con precedenti per guida in stato di ebbrezza, uso di atto falso e reati inerenti gli stupefacenti, e C.S. 45enne di Seravezza, con precedenti per droga, sono state arrestate per minaccia, oltraggio e lesioni a Pubblico Ufficiale, rifiuto di fornire le generalità e, per quanto concerne la prima anche per il danneggiamento della Volante.

 

No comments

*