In preda ai fumi dell’alcol vanno in escandescenze sul Belvedere: denunciati e muniti di foglio di via

0

TORRE DEL LAGO –  Il personale della Squadra Volante di Viareggio è dovuto intervenire, questa mattina.  a Torre del Lago dove erano stati segnalati dei giovani che avevano minacciato, con una mazza da baseball, alcune persone che passeggiavano sul Belvedere.

Gli agenti giunti sul posto, appena ricevuta la notizia, hanno individuato i due che, in preda ai fumi dell’alcool,  si erano sdraiati su una panchina.

Entrambi privi di documenti, e “refrattari” al controllo, uno di loro, in palese stato di ubriachezza,  ha iniziato a inveire contro i poliziotti

Le condizioni di grave alterazione dei due giovani, e  il loro stato di agitazione dovuta all’abuso di sostanze alcoliche, ha costretto gli agenti ad scompagnarli, non senza sforzo, presso gli uffici del Commissariato dove i due hanno continuato a dare in escandescenze spintonando più volte il personale.

Al termine degli accertamenti sull’identità personale durante i quali i due giovani continuavano a tenere il loro comportamento oltraggioso e strafottente, sono stati identificati per G.M. di 26 anni, e D.F.L. di 24 anni, quest’ultimo pluripregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti ed evasione e denunciati per oltraggio e resistenza a Pubblico Ufficiale (il D.L.F. anche per porto ingiustificato di strumenti atti ad offendere) e allontanati con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nei comuni di Viareggio, Massarosa e Camaiore per tre anni.

 

 

 

 

 

 

 

**********

 

Personale delle Volanti del Commissariato è intervenuto nel primo pomeriggio di ieri, in ausilio del 118, a Lido di Camaiore, dove era stata segnalata una anziana signora, con disturbi psichici, che si era barricata in casa minacciando di lanciarsi dal terrazzo.

 

Gli agenti, con non poca fatica, riuscivano ad entrare all’interno dell’abitazione, dove erano disseminati escrementi, biancheria sporca, coperte e materassi e a raggiungere la porta del terrazzo dove la donna si era barricata appoggiando delle assi di legno e dei pannelli.

 

Usando uno stratagemma, mentre il personale del 118 distraeva la donna, uno degli agenti sfondava la barricata e bloccava la donna proprio mentre stava tentando di scavalcare la ringhiera per gettarsi nel vuoto.

 

La donna che proferiva frasi sconnesse e deliranti veniva sedata ed accompagnata presso il pronto soccorso per le cure del caso.

 

Sul posto veniva richiesto anche l’intervento di personale dei Vigili del Fuoco per la bonifica dell’appartamento.

 

No comments

*