Indagine: sicurezza, decoro e wi-fi gratuito, quello che va e non va in uno studio dell’Università di Pisa

0

PIETRASANTA – I cittadini di Pietrasanta chiedono più sicurezza, meno burocrazia, più decoro nei confronti del quale hanno espresso “insoddisfazione” riguardo soprattutto lo stato di manutenzione della stazione ma anche hanno sottolineato la necessità di introdurre il Wi-Fi gratuito, nuovi parchi giochi ed aree verdi. Sono alcuni dei tanti spunti frutti del progetto di ricerca dell’Università di Pisa realizzato in collaborazione con il Comune di Pietrasanta, con l’obiettivo di raccogliere i bisogni dei cittadini e degli operatori economici ma anche, al contempo, di indagarne la soddisfazione. Tre i teams che hanno partecipato nelle scorse settimane al progetto attraversi analisi quantitative e qualitative che comprendono interviste dirette (face to face), focus group fino alla compilazione di questionari online. I tre teams sono formati da 13 studenti del corso di laurea Analisi e Ricerche del Marketing del Dipartimento Economia e Management di Pisa. Il progetto è coordinato dal docente Alessandro Gandolfo e dal cultore della materia, Raffaele Capparelli. “Le indagini ci offrono spunti di analisi e riflessioni molto interessanti confermando la bontà e la pertinenza delle linee del nostro programma di mandato con cui ci siamo presentati alle elezioni; – spiega Daniele Mazzoni, vice sindaco di Pietrasanta – le criticità che sono emerse ricalcano alla perfezione i temi su cui abbiamo iniziato a lavorare dallo scorso giugno: più sicurezza, più decoro, meno burocrazia e tasse, più equità sociale”.

Una volta elaborati i dati del team “SmARTist”, uno dei tre gruppi di lavoro il cui studio è stato selezionato e premiato come lavoro da presentare e inviare ufficialmente al Comune di Pietrasanta dall’Università di Pisa. Tale lavoro sarà presentato nel corso di un incontro pubblico. “Si tratta di studi di ricerca oggettivi, esterni ed indipendenti che hanno quindi il pregio dell’attendibilità. – analizza ancora Mazzoni – Nel corso delle interviste sono state coinvolti i cittadini e gli operatori economici proprio per avere, da entrambe le macro categorie che vivono il nostro territorio, una panoramica ampia e variegata. I primi dati evidenziano un crescente ottimismo segno che siamo sulla buona strada. Come sempre la fase conoscitiva è la base per effettuare scelte amministrative, in questo caso sono stati raggiunti quei cittadini che molto spesso sono più silenziosi, più defilati dalla vita amministrativa, ma che vivono e amano Pietrasanta”

No comments

*