Infrastrutture: cavalcavia di Querceta non a rischio, ma necessita di interventi di consolidamento e adeguamento

QUERCETA – Il cavalcavia di Querceta sulla strada provinciale n. 9 di Marina necessita di interventi di consolidamento; infatti è emerso che il ponte, qualora vengano rigorosamente rispettate le prescrizioni previste nelle relazioni tecniche in atti, non ha al momento criticità urgenti tali da prevederne la chiusura dopo la limitazione dei carichi pesanti oltre le 50 t. istituita dalla Provincia di Lucca e in vigore dal 15 dicembre 2017, oltre al limite di velocità a 30 km/h.

Questo il responso, emerso dall’esame delle relazioni tecniche e a seguito dei recenti sopralluoghi sulla infrastruttura compiuti, oltre che dalla Provincia, dai Vigili del Fuoco, dai tecnici di Rfi (la struttura infatti scavalca la linea ferroviaria tirrenica) e dell’Anas, evidenziato nel corso dell’incontro tenutosi ieri (lunedì 8 ottobre 2018) in Prefettura a Lucca alla presenza del Prefetto Maria Laura Simonetti, del vicepresidente della Provincia Maurizio Verona con la dirigente Francesca Lazzari, del sindaco di Seravezza Riccardo Tarabella con l’assessore ai lavori pubblici Giuliano Bartelletti, l’assessore alla protezione civile Dino Vené e il comandante della Polizia Municipale Mauro Goduto e i rappresentanti di Anas, Rfi, Polizia Stradale e Vigili del Fuoco.

Dalla riunione, richiesta alla Prefettura dal Sindaco di Seravezza, è inoltre scaturita una linea d’azione condivisa che si articola in quattro punti: il primo riguarda la stesura, da parte della Provincia, di un progetto di consolidamento strutturale profondo del cavalcavia (di livello superiore rispetto a quelli ipotizzati in precedenza, da realizzare nell’arco di 1-2 anni e tale da consentire il superamento dei divieti oggi in essere) con la contestuale ricerca presso gli enti – Ministero delle infrastrutture e Regione Toscana – delle possibilità di finanziamento; in seconda istanza se per l’intervento radicale si dovesse constatare la necessità di tempi lunghi, la Provincia si impegna a valutare l’esecuzione dei lavori di impermeabilizzazione dei giunti così come indicato dall’ing. Raffaello Bartelletti nella relazione dell’ottobre scorso; terzo punto, richiesta di monitoraggio puntuale del cavalcavia tramite il sistema radar satellitare da richiedere alla Regione Toscana; quarto, apposito gruppo di lavoro costituito da Vigili del Fuoco, Provincia e Comune per indicare le misure immediate necessarie ad assicurare il rispetto delle condizioni di sicurezza quali, ad esempio, l’installazione di telecamera e il rispetto delle misure indicate nelle relazioni tecniche.

Il vicepresidente della Provincia Verona ha ricordato “che il cavalcavia di Querceta è stato inserito dalla Provincia nel censimento dei ponti inviati al MIT e fra i 16 più strategici del territorio della provincia di Lucca inseriti nel protocollo siglato da Regione, Provincia, Anci e Upi da sottoporre a monitoraggio. Il cavalcavia – come già comunicato dalla Provincia – è inoltre fra i 4 ponti del territorio provinciale per i quali sono già disponibili dati di analisi con una stima di massima degli interventi per l’adeguamento della struttura che ammonta a circa 2,5 milioni di euro”.

Queste risorse, secondo la Provincia che è l’ente competente sul cavalcavia, servirebbero per rifare completamente la soletta stradale con un maggiore spessore in modo da ripristinare la portata e ripristinare il calcestruzzo ammalorato nella struttura, pilastri e impalcato. In questo senso, nel caso di reperimento in tempi brevi di tali risorse, necessarie, l’impermeabilizzazione dei giunti (la cui spesa si aggira sui 50 mila), secondo i tecnici provinciali, comporterebbe costi ingiustificati e ha poco senso se si prevede di fare un intervento di risanamento entro un arco temporale di medio termine (1-2 anni).

Sul tema del rispetto dei limiti di portata sul ponte, la Polizia Stradale e la Polizia Municipale di Seravezza hanno fatto presente che nel corso dei sopralluoghi effettuati dalle pattuglie, non sono stati rilevati passaggi frequenti di mezzi pesanti. È stato comunque deciso di potenziare i controlli in forma integrata fra Polizia Stradale, Polizia Municipale e Polizia Provinciale mediante scambio di ordini di servizio volti a garantire la massima copertura di controlli nell’arco della giornata.

La Provincia ha ricordato che il cavalcavia di Querceta è una struttura realizzata nel 1968 da un consorzio di Comuni dell’alta Versilia con a capo la Provincia di Lucca. Nel corso degli ultimi quattro decenni – come si evince anche dall’excursus sugli interventi nominati dall’ing. Bartelletti – il cavalcavia è stato oggetto di varie attenzioni: dal primo importante consolidamento dell’opera realizzato nel 1978, dieci anni dopo la costruzione, alle prove dinamiche compiute con esiti più che buoni nel 2002 fino alla perizia del 2017 sulla base della quale la Provincia ha disposto le limitazioni precauzionali alla circolazione stradale.