Inquinamento Fossa dell’Abate: “Nulla di fatto, a rischio anche la stagione balneare 2017”

2

CAMAIORE – Inquinamento Fossa dell’Abate: “Nulla di fatto, a rischio anche la stagione balneare 2017”.

La nota stampa arriva dal candidato a sindaco Giampaolo Bertola:

L’inizio della stagione balneare è ormai a ridosso e ancora tutto tace sul fronte delle possibili soluzioni per l’inquinamento della Fossa dell’Abate.

Nonostante infatti i periodici annunci del Sindaco Del Dotto sull’imminente inizio della sperimentazione con l’acido peracetico, sembra che ad oggi nulla sia stato ancora fatto.

Il Candidato Sindaco Giampaolo Bertola esprime le proprie perplessità sull’argomento: “Ho sempre espresso il mio parere contrario in relazione all’uso del peracetico, che non rappresenta una soluzione definitiva e potrebbe inoltre essere dannoso per l’ambiente e la salute, come attestato anche dall’Arpat (Agenzia per l’Ambiente della Regione Toscana). Alcuni studi dimostrano che l’acido peracetico può avere effetti corrosivi su pelle, occhi e apparato respiratorio: un rischio che dovrebbe essere evitato. Tanto più che si tratterebbe comunque di una soluzione per così dire “palliativa”, assolutamente non risolutiva: l’acido, infatti, non risolverebbe le cause dell’inquinamento ma ne eliminerebbe solo i “sintomi”.

Diversi mesi fa avevo chiesto al Primo Cittadino di rendere pubblici i dati dei rilevamenti periodici, una volta che l’acido fosse stato versato nelle acque; ebbene, sembra che in realtà la sperimentazione non sia ancora partita. Come pensa il Sindaco Del Dotto di risolvere il problema? Ci aspetta, inevitabilmente, un’altra estate costellata da divieti di balneazione, con tutte le conseguenze sul piano turistico e di immagine. Ma il paradosso è che, in base ai dati diffusi in questi giorni, sembra che il Comune di Camaiore abbia già speso oltre 900.000,00 euro per una sperimentazione che non è ancora iniziata. Una cifra enorme, di cui l’attuale Amministrazione dovrà rendere conto.

Soldi pubblici sprecati, stagione balneare a rischio, zero risultati: questi gli esiti disastrosi dell’Amministrazione Del Dotto.

Secondo il mio punto di vista, l’inquinamento della Fossa dell’Abate deve essere risolto in maniera definitiva: questo è uno dei punti del mio programma, che va attuato immediatamente, senza perdere altro tempo e sprecare altri soldi in soluzioni approssimative e potenzialmente pericolose.”

 

 

2 comments

  1. Paolo 16 aprile, 2017 at 19:33 Rispondi

    Svegliatevi tutti ora mi raccomando! È da due anni che cittadini e alcuni politici contestano la scelta scellerata dell’acido paracetico. Voi delle opposizioni perché vi svegliate ora, avendo lasciato carta bianca al sindaco e senza aver vigilato su questi 900000 euro che vi accorgete solo adesso essere stati spesi senza le rendicontazioni necessarie? Fate tutti piangere!

  2. Paola 17 aprile, 2017 at 00:35 Rispondi

    Veramente Bertola sono anni che è ben sveglio e si batte contro questa soluzione.
    Se non si leggono i giornali è inutile berciare.

Post a new comment

*