“Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi”

0

VIAREGGIO – “Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi”

La riflessione, che pubblichiamo integralmente,  è di Beppe Del Giudice: “Dopo aver assistito al Consiglio Comunale di ieri, il Circolo Caprili di Rifondazione Comunista è sempre più convinto della inadeguatezza di questa giunta ad amministrare  Viareggio. Infatti si è visto consiglieri di destra difendere personaggi politici di sinistra, attaccati da esponenti di un altro partito presente nella maggioranza, si è visto l’allontanamento di alcuni lavoratori della Viareggio Patrimonio che contestavano perché non è stato loro liquidato l’ultimo stipendio, si è visto agitare lo spauracchio del Commissario prefettizio, si è visto esultare gli esponenti della maggioranza per essersi salvata e aver salvato la città.. sorvolando, sul concetto di “dichiarazione di dissesto”. Senza sottolineare che con la dichiarazione di ‘dissesto’ arriveranno a rimettere a posto i conti ben  3 commissari, ma loro,gli
amministratori avranno sempre le loro poltroncine!

Tra una decina di giorni, ha detto il Sindaco, si dovrebbe dichiarare il dissesto, ma ai 66 lavoratori della Patrimonio, ai disabili con un’invalidità riconosciuta al 100% e con diritto all’accompagnamento ai quali è arrivata la TARI da pagare, al commerciante costretto a chiudere per la pressione fiscale, ai vecchi e nuovi sfrattati, a tutta queste persone in grossa difficoltà LeoLandia cosa racconterà? Questa amministrazione non ha tutelato le fasce deboli, né l’ambiente, né tantomeno il territorio e nemmeno i lavoratori e la salute dei cittadini, non ha rilanciato l’economia diffusa, non ha fatto niente per  il problema occupazionale, per il problema abitativo ed i problemi sociali e giovanili, ma ha gestito tali questioni solo come problemi di ordine pubblico. Noi, il
Circolo Caprili di Rifondazione Comunista, continuiamo nella nostra lotta politica al fianco dei viareggini, che sono stanchi di vedere questo teatrino dell’assurdo che va scena a loro spese. Qualcuno ci ha chiesto, quasi a sfida e perché non allineati con l’altra
parte di Rifondazione presente in Comune, delle proposte concrete eccone alcune: riqualificazione del porto in porto turistico di piccolo cabotaggio e controllo delle attività dei grandi yacht, creazione di un centro tecnologico per le buone pratiche ambientali in mare, liberalizzare l’accesso alle spiagge tutte, rispetto delle regole da parte dei  balneari che possono solo offrire dei servizi, non imporli, bonifica del demanio: chi ha costruito, bonifichi a sue spese e chi ha autorizzato, ne renda conto a chi di dovere, creazione di alternative economiche innovative nei settori green e nella valorizzazione di arte, ambiente e cultura.

Possiamo fare a meno dell’ingordigia dei potentati! Possiamo aprire ad un ciclo economico che distribuisca veramente valore per tutti! Sappiamo benissimo dove dovrebbero essere messe le mani: Partecipate, Porto, prepensionamenti, consulenze esterne… Settembre è vicino e i problemi esploderanno. Sarà un autunno caldo, ma forse questa amministrazione di ‘sinistra’ risponderà con una frase di renziana memoria: “Già l’estate non è stata granché, se finalmente in autunno c’è un pò di caldo siamo tutti più contenti”.

No comments

*