“Io sto col commissario”, levata di scudi a difesa di Romeo e contro la scritta

0

VIAREGGIO – Una levata di scudi, quella dei lettori di tgregione.it sul gruppo Facebook della nostra testata in favore di Romeo.  L’articolo della scritta sul muro di “Palazzo” contro il Commissario Prefettizio ( leggi anche: Romeo stia sereno, i Montecchi sono tanti) ha prodotto un coro unanime di soliderietà nei confronti di chi sta cercando di risanare una città con un buco di quasi 200 milioni di euro: “Questa è la capacità intellettiva di Viareggio, almeno di chi ha fatto quella scritta. Romeo è la conseguenza della malapolitica associata ai malaffari. E c’è qualcuno che vuole ancora avere voce in capitolo? All’autore di quella scritta è data l’opportunità di vedere come è ridotta la nostra città; adesso la guardi con attenzione e prenda la consapevolezza che i “capuleti” hanno rovinato questa “perla del Tirreno”. Scrive un cittadino. “È’ una vergogna, l’unico che ha le palle, e sta’ lavorando per tutti noi! Anzi ci voleva prima qualcuno così”, gli fa eco un altro residente. E persino chi, confessando di non amare i commissari, afferma: “Io sto col commissario”. E intanto la petizione per la raccolta delle firme per non andare alle elezioni, e far restare il commissario Romeo a Viareggio per un bel po’ ( leggi anche: No alle elezioni, che resti Romeo: on line la petizione per firmare) va avanti.

No comments

*