Ivano Mazzucchi all’Opera al Gran Teatro

0

TORRE DEL LAGO – Sino  al 15 ottobre (dal lunedì al venerdì 9.30-13.30/15.30-18.30) è possibile ammirare nel Foyer del Gran Teatro Giacomo Puccini la Mostra di sculture scenografiche di Ivano Mazzucchi. Opere in bronzo che si offrono come possibili scenografie delle opere del Maestro Giacomo Puccini. Un percorso in cui lo spettatore è immerso nel setting, nel contesto drammaturgico e musicale, ogni opera di Mazzucchi ha come colonna sonora l’opera di Puccini. Nelle sculture di Mazzucchi, curate con dovizia di particolari,  lo spettatore è reso consapevole ed in parte attore dello splendido miracolo laico che si consuma nel dramma.   Ivano Mazzucchi. Artista versiliese , prestissimo si avvicina all’arte tanto che all’età di 14 anni diviene già allievo del pittore Cesarino Monti. Nel 1964 si iscrive al liceo artistico di Carrara dove viene premiato dal pittore Carlo Carrà. L’attività di scenografo comincia nel 1972: lavora sia nel cinema sia nel teatro collaborando con Lizzani, Nichetti, Giordana. La consacrazione come scenografo tuttavia prende forma negli anni 1975/1988: si afferma sempre più in tutti i settori della scenografia dello spettacolo: dal teatro lirico al teatro di posa, dal varietà al musical e agli spettacoli di scena, fino ai grndi spettacoli circensi internazionali. Inizia anche la collaborazione con le televisioni, sia con la RAI (“Portobello” con Enzo Tortora, “Giochi senza frontiere”, “40 e dintorni” con Enzo Biagi e altri spettacoli) , che con le televisioni private (“Grand’ Hotel” per Canale 5, “Quo Vadiz” per Rete 4, “Drive In” con Ezio Greggio e altri ancora). Passa a promuovere la scenografia anche nel settore dei mass-media (editoria, pubblicità) e dell’ entertaining ( conventions, grandi feste private).

No comments

*