La Capitaneria di porto ispeziona la draga Gino Cucco

0

VIAREGGIO – Questa mattina, personale della Capitaneria di porto di Viareggio ed una funzionaria dell’Ufficio Sanità Marittima di Livorno hanno eseguito una ispezione a bordo della draga “Gino Cucco”, che da alcuni giorni sta eseguendo le operazioni di dragaggio dei fondali presso l’imboccatura del porto.

Fino ad oggi, sotto la vigilanza dell’Autorità portuale Regionale (in qualità di committente dei lavori) e della Guardia Costiera per i profili di sicurezza della navigazione e portuale nonchè di tutela dell’ambiente marino, sono già stati dragati e destinati a ripascimento costiero oltre 50.000 metri cubi di sabbia (dei totali 56.000 metri cubi da rimuovere). Secondo il comando di bordo, condizioni meteo marine permettendo, i lavori dovrebbero essere ultimati entro la prossima settimana e comunque prima delle festività natalizie.

Questo al fine aumentare il gradiente di sicurezza per le unità navali impegnate nelle operazioni di ingresso ed uscita dal porto viareggino.

Le visite ispettive condotte nella giornata odierna dalla Capitaneria di porto e dalla Sanità Marittima hanno riguardato in particolare gli aspetti tecnico sanitari, dei servizi e della sicurezza sui luoghi di lavoro a bordo del mezzo effossorio, per il successivo rinnovo delle certificazioni di sicurezza anche in previsione dell’eventuale utilizzo della Gino Cucco per l’ormai imminente avvio delle operazioni di escavo dell’avamporto.

Proseguono infatti gli incontri dell’Autorità portuale Regionale con i vari Enti competenti, per l’acquisizione di tutti i pareri tecnici necessari.

Di recente è stata richiesta dall’Autorità Marittima anche una caratterizzazione dei fondali a cura del Chimico del porto, tesa alla verifica dei parametri di sicurezza della trasportabilità via mare dei materiali oggetto di escavo, come noto non utilizzabili per ripascimento e destinati alla vasca di colmata del porto di Piombino. L’autorizzazione definitiva arriverà direttamente dal VI Reparto Sicurezza della Navigazione del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto.

No comments

*