La Chiesa di Torre del Lago nel mirino, attentato incendiario e non solo: feci nel confessionale e furto sacrilego

TORRE DEL LAGO – (di Letizia Tassinari) – Attentato incendiario e non solo alla chiesa parrocchiale di Torre del Lago, dove, ieri, ignoti hanno appiccato il fuoco ad un panno dietro all’altare, dove si trova l’organo e il quadro elettrico. Se non fosse stato per il celere intervento del vice parroco, don Gilberto, poteva essere un disastro ( LEGGI ANCHE Ignoti tentano di incendiare la chiesa di Torre del Lago ). Il vandalo piromane non si è accontentato delle fiamme. Da quanto emerso sono spariti due microfoni dal pulpito, ed è stata rubata una scrittura sacra riposta su un leggio, sotto a un tabernacolo all’ingresso, mentre in un confessionale sono state rinvenuti escrementi umani. Increduli e spaventati i fedeli per questa serie di gesti tanto inquietanti quanto gravi, mentre tra i residenti cresce, ancora una volta, la paura. Una frazione sotto assedio da parte del crimine, questa la sensazione di molti, con frequenti colpi in abitazioni, la prostituzione e lo spaccio giorno e notte nella vicina pineta e alla stazione ferroviaria, lungo i binari. Pochi gli elementi in mano agli inquirenti, la Polizia per risalire alla identità dell’autore non può contare, infatti, sulle immagini delle telecamere di video sorveglianza, assenti nella Chiesa, nè tanto meno su quelle pubbliche, fuori uso, ma le indagini proseguono serrate alla ricerca di elementi utili, e di eventuali testimonianze.

Da diversi anni dalla Chiesa di San Giuseppe a Torre del Lago, che affaccia sulla statale Aurelia, all’angolo con il viale Puccini – strade, queste, molto frequentate -, sono state eliminati candele e lumini, per i furti frequenti delle offerte. E questo la dice lunga.