“La cisterna era nuova”, in aula al processo della strage l’ingegnere della Gatx

0
VIAREGGIO – Nuova udienza, quest’oggi a Lucca, per il processo della strage ferroviaria di Viareggio. Sul banco dei testimoni, direttamente dalla Germania, l’ingegner Oliver Bherens, della Gatx. ” Le cisterne che trasportano merci pericolose, come il Gpl, sono realizzate secondo standard normativi concepiti per resistere agli incidenti: in caso di urti al massimo si deformano, ma non si squarciano”, questa la sua dichiarazione in aula aggiungendo che la cisterna che si è squarciata a Viareggio provocando la fuoriscita del Gpl che ha poi seminato fuoco e morte in via Ponchielli, era nuova: “la sala montata e il carrello – ha spiegato  erano come nuovi, perché revisionati”, affermazione, questa, contestata dal Pubblico Ministerto Giuseppe Amodeo, visto che che l’assile era vecchio di 30 anni. Dopo la pausa natalizia, il prossimo 13 gennaio, tornerà in aula il plastico del Politecnico di Milano ( LEGGI ANCHE: Strage, in aula un plastico in scala 1:10 per ricostruire l …) e in quell’udienza si procederà al controesame dell’ingegner Stefano Bruni”.

No comments

*