“La differenziata è mal gestita, altro che 53%”: Daddio stronca il bilancio del sindaco sui temi ambientali

0

CAMAIORE – “Le dichiarazione dell’Amministrazione Del Dotto sui temi ambientali sono un manifesto elettorale pieno solo di buone intenzioni.”

Così interviene Marco Daddio, candidato sindaco con la lista civica Passione&Idee per Camaiore, a seguito della pubblicazione da parte dell’attuale Amministrazione del resoconto sulle politiche ambientali.

“Si sbandiera il raggiungimento del 53% della raccolta differenziata e il successo del porta a porta, ma se si ascoltassero i cittadini si capirebbero le difficoltà e i forti disagi che questo comporta, a causa di un servizio di raccolta che risulta male gestito e non sempre puntuale.

Con le sue dichiarazioni l’Amministrazione sembra aver voluto indossare il vestito della festa con le scarpe rotte ed i calzini bucati.”

“L’idea di pagare in base ai rifiuti prodotti suona bene, ma è colma di demagogia: ci doteranno tutti di una bilancina piombata collegata ad un server? Stabiliranno tariffe differenziate in base alla tipologia di rifiuto?

Tutto questo è molto avveniristico, ma quanto attuabile?”

 “Del Dotto sa che l’unica possibilità che li sarà concessa è quella della lotta alle discariche abusive. Perché, visto che ama tanto le statistiche, non presenta i risultati del suo lavoro in questo campo e i numeri relativi alle conseguenti sanzioni?”

 “Per quanto riguarda gli altri temi così fortemente elogiati c’è ben poco da dire: la Bandiera blu non è una novità e sulle piste ciclabili è meglio stendere un velo pietoso.

“Per quanto riguarda il verde pubblico la zona ex-Bussoladomani resta ancora un progetto misterioso. I lavori sono fermi da oltre un mese e, nonostante si fosse tanto parlato di un grande evento inaugurativo per il 25 aprile, la zona risulta ancora un grande cantiere a cielo aperto.”

 “Sul piano del risparmio energetico è positivo il rinnovo delle caldaie comunali, ma l’utilizzo dei Led dovrà essere valutato complessivamente per l’impatto economico che avrà anche sul versante della manutenzione obbligatoria.”

 “Mi sembra invece una grande forzatura inserire il Rally, evento sportivo seguito da moltissimi appassionati, tra quei fattori dannosi per l’ambiente.”

 “Ho lasciato in fondo il problema balneazione, non perché sia meno rilevante, ma perché sempre che per l’attuale Amministrazione questo sia un argomento da trattare solo durante la campagna elettorale.”

“In conclusione mi sento di dare una piena bocciatura alle politiche ambientali del comune, allo stesso tempo garantisco di intraprendere una battaglia seria per risolvere queste problematiche, stando sempre dalla parte dei cittadini.”

No comments

*