La droga corre in autostrada: intercettati in A12 con 30 panetti di hashish nascosti in auto

0

VERSILIA- Nell’ambito del potenziamento complessivo, disposto dal Dipartimento di Polizia dei servizi di controllo e contrasto del traffico di droga in Versilia, anche per quanto riguarda il controllo delle arterie di approvvigionamento delle sostanze stupefacenti, nella serata di ieri, alle 22.30 circa, nel tratto autostradale della A/12 tra i caselli di Massa e Versilia, una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Viareggio, notava in transito, un’autovettura Fiat punto con due occupanti a bordo, che alla vista dell’auto della polizia, davano segni di nervosismo. I due agenti inducevano l’auto a uscire dall’autostrada e a fermarsi nei pressi del casello “Versilia”, nel territorio del Comune di Pietrasanta per procedere al controllo delle persone e del veicolo. I due occupanti apparivano da subito reticenti al controllo, tanto che uno dei due tentava anche di fuggire ma veniva subito bloccato da uno dei due agenti. Tramite sala operativa si richiedeva pertanto il tempestivo intervento di una seconda pattuglia in ausilio per procedere alla perquisizione del veicolo. All’interno del vano motore dell’auto e all’interno dell’abitacolo, nascosti sotto i rivestimenti, venivano rinvenuti complessivamente 30 panetti da 100 grammi ciascuno di sostanza, presumibilmente stupefacente, per un peso lordo complessivo di kg 3.020,8. In particolare i panetti venivano rinvenuti: all’interno del filtro dell’aria, sotto la batteria, nelle cavità interne tra i parafanghi e il blocco motore, nell’interspazio del recipiente del liquido del radiatore, all’interno degli alloggiamenti degli impianti elettrici del motore, opportunamente camuffati con rivestimenti in plastica in tinta tali da renderli camuffabili con parti dei rivestimenti dell’impianto elettrico stesso dell’auto, all’interno dei pannelli dell’abitacolo, tra le molle dei sedili e la tappezzeria.  Il successivo controllo quantitativo e qualitativo, effettuato presso il gabinetto di polizia scientifica di Viareggio, permetteva di accertare che si trattasse di sostanza tipo “hashish” che veniva pertanto debitamente sequestrata dagli operanti.  I due occupanti risultavano essere entrambi tunisini, J.W. di 34 anni, residente in provincia di Torino, munito di permesso di soggiorno, e J.T., anch’egli 34enne, però clandestino sul territorio nazionale, non essendo titolare di permesso di soggiorno e non avendo mai fornito uno stabile recapito in Italia, al momento, temporaneamente domiciliato a Pisa. Il personale in servizio presso la Sottosezione autostradale di Viareggio, riusciva a risalire all’indirizzo del temporaneo domicilio del clandestino a Pisa e a procedere nella nottata a perquisizione domiciliare al termine della quale venivano rinvenute ulteriori particelle di sostanza da taglio. L’auto veniva sequestrata, non prima di essere stata smontata in ogni minima parte, permettendo pertanto di rinvenire nel totale il quantitativo di sostanza suddivisa in 30 panetti, come descritta.
Dopo gli accertamenti di rito e dopo essere stati sottoposti a rilievi foto segnaletici, i due extracomunitari venivano tratti in arresto, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lucca.  Il P.M. di turno fissava per la mattinata odierna, l’udienza di convalida dell’arresto, presso il Tribunale di Lucca.

Foto droga 2 Foto droga

No comments

*