La festa della Toscana a Camaiore

0

CAMAIORE – Si è celebrata oggi, lunedì 30 novembre 2015, la ricorrenza della Festa della Toscana, istituita nel 2001 per ricordare l’abolizione della pena di morte inserita, per la prima volta nella storia, dal Granduca Pietro Leopoldo nella “Legge di riforma della legislazione criminale” del 1786. Quest’anno il tema della Festa è stato “Le riforme di Pietro Leopoldo e la Toscana moderna: iniziativa economica (liberalizzazioni); delle comunità (enti locali e loro identità); dell’organizzazione corporativa (scioglimento delle corporazioni e costituzione delle camere di commercio); dei diritti umani (abrogazione della pena di morte e della tortura)”.
Il Comune di Camaiore ha aderito alla Festa tramite gli istituti scolastici che, alternativamente, vengono coinvolti nelle iniziative messe in atto per celebrare la ricorrenza. Il 2015 ha visto protagonista il Comprensivo 2 “Giorgio Gaber” di Lido di Camaiore. Alla cerimonia hanno presenziato il Presidente del Consiglio Comunale Massimo Ceragioli e l’Assessore alla Pubblica Istruzione Sandra Galeotti. A fare gli onori di casa la direttrice scolastica Sonia Imperatore. I ragazzi hanno avuto l’opportunità di assistere alla conferenza di Alessandra Togni, esponente di Amnesty International, sul tema “La violazione dei diritti umani nel mondo e, conseguentemente, l’aspetto della pena di morte e della tortura che vengono ancora perpetrate in alcuni Paesi da esseri umani a danno di altri esseri umani”. In seguito un olivo è stato messo a dimora dagli alunni come simbolo di pace.

No comments

*