La lotta ai disservizi e alle inefficienze della sanità tra le priorità di Marco Daddio

0

CAMAIORE – “Combattere per mantenere sul territorio di Camaiore e della Versilia i presidi sanitari fondamentali, per evitare i disagi e i disservizi ai cittadini che la nuova organizzazione della sanità toscana sta prospettando.” E’ questo l’impegno preso da Marco Daddio, candidato sindaco della lista civica “Passione&Idee per Camaiore”.

La famosa legge 833 del 1978 (legge di riforma sanitaria) istituì le USL come accorpamento dell’attività sanitaria sul territorio. Si integrarono quindi tutti i servizi di prevenzione, vigilanza e controllo igienico sanitari con quelli prettamente sanitario-ospedalieri, con l’obiettivo politico di fornire servizi omogenei e quello amministrativo di contenerne i costi.  Ma a distanza di quasi 40 anni si stanno smantellando le USL locali per estendere le competenze nelle cosiddette Aree Vaste accentrando sempre di più i servizi offerti ai cittadini. Purtroppo a questa nuova visione della sanità non corrisponde una maggiore efficienza delle prestazioni offerte e si prospettano quindi enormi disservizi e disagi per i cittadini.

“Bisogna opporsi con forza a questa prospettiva. E’ necessario che i Sindaci, ai quali la legge tutt’ora assegna il ruolo di autorità sanitaria locale, facciano sentire la loro voce di dissenso e di tutela verso il diritto alla salute sancito dalla Costituzione italiana.

“Difendere i presidi importanti e fondamentali del territorio come il Pronto soccorso e reparti collegati (ortopedia, neurologia, cardiologia, diagnostica per immagini e laboratorio analisi): questa sarà la mia battaglia, se mi sarà data l’opportunità di combatterla da primo cittadino, conscio delle difficoltà che si prospetteranno, ma con la certezza di avere   dalla mia parte i miei concittadini.”

No comments

*