La maggioranza prepara un maxi emendamento per il decoro urbano

0

A seguito del parere negativo espresso oggi dalla Commissione Ambiente sullo schema di Regolamento di Polizia e Decoro Urbano presentato dalla Giunta in Consiglio Comunale, l’Assessore alla Polizia Municipale, Andrea Strambi, ha incontrato oggi i capigruppo di maggioranza ed ha verificato con loro la possibilità di costruire insieme un maxi-emendamento che recepisca i dubbi e le perplessità comuni sullo schema presentato.

“Abbiamo concordato – commenta Strambi – che arriveremo in Consiglio Comunale con un maxi-emendamento che modifichi alcuni punti su cui, legittimamente, settori della maggioranza hanno manifestato le loro perplessità: del resto il Sindaco ed io stesso, in conferenza stampa, annunciando quanto la Giunta aveva approvato, avevamo precisato che il Consiglio Comunale nella propria autonomia avrebbe potuto modificare lo schema proposto, trattandosi di questioni importanti e centrali per il decoro di una città turistica come la nostra, ma anche delicate, che attengono all’idea di città e di società che questa maggioranza unitamente esprime”.

“Io stesso – continua Strambi – stamani in Commissione non ho in alcun modo espresso una chiusura netta della Giunta ad eventuali modifiche che potrebbero arrivare dai Consiglieri, come invece è stato strumentalmente interpretato da parte della minoranza: obiettivo comune infatti deve essere quello di arrivare al miglior regolamento per la città di Viareggio e questo lo possiamo ottenere solo con un lavoro comune di tutti. La città aspetta un riordinamento delle regole del vivere comune che puntino a maggior decoro e la Giunta ha lavorato in questa direzione: se poi il Consiglio riterrà opportuno ammorbidire alcuni punti, potrà liberamente farlo e l’Amministrazione applicherà le norme che la massima assise cittadina, nella sua autonomia, legittimamente approverà”.

“Tali modifiche – conclude l’Assessore – conterranno miglioramenti e precisazioni che giustamente tengono conto delle sensibilità presenti in Consiglio: un atto così delicato, infatti, presuppone non soltanto il recepimento di quanto noi abbiamo sottoposto al Consiglio, ma anche un lavoro comune di quanti più consiglieri è possibile. In tal senso, la votazione di stamani mattina è una vittoria di Pirro di una minoranza che, almeno in parte, non sa e non vuole lavorare per il bene della città, ma punta solo a bloccare in modo pregiudizievole ogni iniziativa della maggioranza, utilizzando strumentalmente due assenze tra i nostri banchi”.

“Evidentissimi scricchiolii nella maggioranza – forse non più tale già da un po’ – al (non) governo della città – commenta il consigliere del Movimento Cinque Stelle Max Bertoni -: ” Al momento dell’approvazione del Regolamento di Polizia Municipale e Decoro la tragedia. Dei 5 commissari di maggioranza Sandra Mei e David Zappelli si sfilano, dileguandosi, con eleganza durante la discussione. Francesca Chiarini e Emiliano (no-hasta la victoria) Favilla si astengono, segno evidentissimo che il regolamento così com’è non piace ad una grande parte della maggioranza. Unico ed ultimo dei mohicani a votare a favore della delibera il Presidente della Commissione Ambiente Luca Brocchini. Per l’opposizione invece votano contro Rossella Martina ed il sottoscritto. Non partecipano alla votazione Massimiliano Baldini ed Aldo Paoli, a cui alla fine il regolamento potrebbe anche andare, ma che si prendono una piccola rivincita dopo che lo stesso testo era stato fatto saltare dall’allora opposizione di “sinistra”. 2 a 1 per noi e parere negativo della commissione. Come si è giunti a questo? Semplicemente a causa della cecità politica di una maggioranza, ma soprattutto di una Giunta, che ha licenziato il documento – scritto da Strippoli ai tempi di Lunardini e co. – senza neanche farlo leggere ai suoi. Una Giunta restia ad esaminare ed accettare emendamenti, proposti in quantità, segno della buona volontà che andava in senso migliorativo, da MoVimento Cinque Stelle, SEL e sicuramente anche altri di maggioranza ed opposizione. Troppi emendamenti, troppe correzioni, non c’è interesse, non c’è tempo (ma di che?).
Risultato: il regolamento sbandierato in conferenza stampa dal Sindaco, che per bruciare le tappe si è bruciato il favore anche dei suoi, approderà in Consiglio Comunale (a settembre) col no della commissione ed ottime probabilità – tra veti incrociati e cascate di emendamenti – di essere bocciato.
Posto che a settembre non sieda un Commissario Prefettizio sullo scranno del Primo Cittadino”.

“Stamani in commissione ambiente il confuso, contraddittorio, fascidoide e per molti versi esilarante “Regolamento di Polizia Muncipale e per il Decoro” presentato dall’assessore Strambi – aggiunge Rossella Martina – ha avuto voto sfavorevole e quindi arriverà in Consiglio Comunale (se ci arriva) con la prospettiva di essere bocciato. Ha infatti votato a favore il solo presidente della commissione Luca Brocchini, mentre Francesca Chiarini del Pd e Emiliano Favilla della Federazione della Sinistra (membri di maggioranza) si sono astenuti. Abbiamo votato contro Max Bertoni del M5S e io di Viareggio tornerà bellissima. Mentre Massimiliano Baldini (Movimento Cittadini) e Aldo Paoli non hanno partecipato al voto. La cosa bizzarra di questo regolamento è che è lo stesso che fu presentato dalla giunta Lunardini, ovvero dall’allora assessore al Decoro Athos Pastechi, ma dovette essere ritirato perché non aveva i voti sufficienti. L’allora minoranza (Betti, Romanini & C.) infatti era contraria e contrari erano anche alcuni consiglieri di maggioranza. La giunta Betti lo ha ripreso pari pari e lo ha ripresentato dimentica delle posizioni assunte al tempo di Lunardini. Ma proprio perché si tratta del ‘regolamento Pastechi’, Forza Italia non ha votato contro. Ma a ‘fregare’ la giunta sono stati i consiglieri della sua stessa maggioranza che si sono astenuti permettendo quindi la sonora bocciatura. Come si evince la confusione in maggioranza regna sovrana…”

No comments

*