L’Assessore Pesci critica il PD: “Sui temi di lavoro e famiglia non ci si astiene dal votare”

0

VIAREGGIO – L’assessore Alessandro Pesci, come già annunciato in privato agli organizzatori, non sarà presente al convegno sull’urbanistica di questo pomeriggio.

«Di fronte all’astensione del Pd avvenuta ieri in consiglio comunale – commenta -, proprio su temi tanto sensibili che coinvolgono il futuro di famiglie e di cittadini che hanno perso il lavoro, per altro a causa di passate gestioni che definirei “approssimative” e a cui il Pd stesso non può certo sentirsi estraneo, non ritengo opportuna ne’ gradita la mia presenza al convegno».

«Sono iscritto al Pd e, come me, altri della Giunta – continua –: il lavoro e l’occupazione sono temi storicamente cari a chi a condiviso i nostri percorsi. Credo che appigliarsi a cavilli ed emendamenti faccia parte di un gioco volto solo a trovare una fragile giustificazione ad un voto che sarebbe stato contrario a prescindere».

«Mi trovo in imbarazzo a condividere trabocchetti di questo genere – aggiunge -, sembra che il Pd di Viareggio sia pronto a dare il proprio appoggio più facilmente alla Lega che a chi, tutt’ora, piaccia o meno, ne condivide la tessera di partito».

«I cittadini vogliono chiarezza. Ieri abbiamo parlato di lavoro. E quando si parla di lavoro questa Amministrazione va avanti, senza cavilli ne’ emendamenti di sorta».

«Mi scuso con chi questo pomeriggio si aspettava di vedermi: non ero comunque invitato a relazionare. Ci saranno comunque altre occasioni per parlare di urbanistica: già da gennaio infatti, abbiamo in agenda un ciclo di incontri sull’argomento, aperti a tutta la cittadinanza, di cui daremo date e particolari nei prossimi giorni».

«Stia sereno il Pd – conclude – e continui a votare con la Lega. Questa giunta, che del Pd fa parte per due terzi, sta lavorando molto e bene, sia su occupazione, che su sviluppo sostenibile del territorio e mobilità dolce. Resta il dispiacere, e lo dico da uomo del Pd, che i nostri punti di vista non collimino nemmeno su temi così scottanti come quello trattato ieri in Consiglio comunale»

No comments

*