Lavarone, pronto il protocollo per lo smaltimento

0

Si  e’ tenuta questa mattina in Prefettura una riunione finalizzata ad affrontare le problematiche connesse al fenomeno del “lavarone”, il materiale spiaggiato sugli arenili a seguito di mareggiate o di forti precipitazioni, alla presenza dei rappresentanti della Provincia di Lucca, dei Comuni rivieraschi della Versilia, della Capitaneria di Porto di Viareggio, del Comando Provinciale dei Carabinieri, del Comando dei Vigili del Fuoco, dell’Asl 12 di Viareggio, dell’ARPAT e dei rappresentanti delle Associazioni dei Balneari.

L’incontro è stata l’occasione per affrontare la questione, sia sotto il profilo dello smaltimento che con riferimento all’individuazione delle cause del fenomeno e dell’imputazione di responsabilità da ricercare in comportamenti colposi o dolosi.

Lavarone

Il Comando della Capitaneria di Porto di Viareggio ha confermato il massimo impegno, assicurando ampia collaborazione con i Comuni della riviera e con i gestori degli stabilimenti balneari per individuare le cause del fenomeno ed eventualità responsabilità.

Particolare impegno è stato garantito dagli amministratori locali i quali hanno espresso parole di apprezzamento per il coordinamento che la Prefettura attua già da qualche anno, sia sul fronte della prevenzione che su quello dell’intervento per lo smaltimento. In proposito proprio dal Tavolo di coordinamento della  Prefettura con la Regione Toscana e la Provincia di Lucca è scaturita la realizzazione dell’impianto, finanziato dalla Regione Toscana, tramite ATO Costa, presso ERSU, inaugurato lo scorso 12 aprile.

I Comuni, pertanto, hanno elaborato, secondo le indicazioni fornite dall’Assessorato all’Ambiente della Regione Toscana ed in ossequio alla normativa di settore, un protocollo operativo che è stato esaminato nel corso della riunione. Il documento, che è frutto del lavoro congiunto di Regione, Arpat e Comuni, a breve sarà firmato in Prefettura.

No comments

*