Lavori in corso, il Comune di Viareggio investe 800mila euro

0

VIAREGGIO – Lavori incorso alle scuole del Comune di Viareggio: 400mila euro già deliberati e finanziati ai quali vanno aggiunti ulteriori 400mila euro per vari lavori (copertura, aule ludiche, ascensore ecc) alle scuole Snoopy, Tomei, Puccini, Beconi e Florinda, Malfatti, l’asilo nido Baloo e la scuola secondaria Motto, per i quali è in corso l’espletamento dell’iter tecnico amministrativo per il finanziamento.

Un totale di 800mila euro che l’Amministrazione Del Ghingaro ha investito sulle scuole del territorio.

Nel dettaglio, i lavori già partiti riguardano la scuola primaria Lambruschini, dove è in corso il rifacimento degli intonaci del refettorio (49mila euro) e la realizzazione della nuova aula al primo piano (50mila euro).

Alla scuola per l’infanzia Aquilone si sta lavorando invece per l’impermeabilizzazione delle coperture (48.756 euro), così come all’asilo nido Grillo Parlante (48.587 euro).

Inizio ad agosto invece per il completo rifacimento della terrazza di copertura alla scuola secondaria Lenci (48.799 euro), l’impermeabilizzazione e risanamento della primaria Tomei (48.775 euro), e della recinzione della scuola per l’infanzia Coriandolo (48.767 euro).

Per settembre sarà inoltre installato un nuovo impianto di sorveglianza alla scuola primaria Pascoli, (4.600 euro). E’, infine, in corso la gara per la scuola dell’infanzia Don Beppe Socci (48.653 euro) per il completo rifacimento dell’impermeabilizzazione delle coperture.

«Le nostre scuole sono i luoghi dove si formano i nuovi cittadini – dichiara l’assessore alla Cultura Sandra Mei – quindi devono essere belli, accoglienti, e sicuri. Devono essere posti nei quali un bambino e un ragazzo possa dare il meglio di sé».

«Ripartiamo dai bambini e dalla loro formazione – conclude –, perché in futuro Viareggio sia ancora più bella».

Attenzione massima agli edifici scolastici quindi, ma anche alle strade che li incorniciano: MoVer sta intervenendo infatti in vari punti per risolvere la criticità delle radici dei pini che sfondano l’asfalto creando pericolosi avvallamenti. In atto una nuovissima tecnica che punta a risolvere il problema ma anche a salvaguardare i pini: in pratica verrà smontato il marciapiede e predisposta una «ciabatta armata» che avrà la funzione di spingere in basso le radici che cresceranno con un effetto contrappeso.

No comments

*