Lavori in Passeggiata, Baldini protocolla una interrogazione

0

VIAREGGIO – A protocollare un’interrogazione, sui lavori in Passeggiata, questa mattina, è stato l’avvocato Massimiliano Baldini, Capogruppo Consiliare del Movimento dei Cittadini per Viareggio e Torre del Lago Puccini.

Questo il testo integrale dell’atto:

“premesso che

– era previsto, per il giorno 13 ottobre 2013, l’inizio dei lavori di pavimentazione della Passeggiata di Viareggio;

– i suddetti lavori sono stati nuovamente ed improvvisamente rinviati in quanto, come dichiarato dal Sindaco Leonardo Betti agli organi di stampa, “il Dirigente dei Servizi Finanziari Dottor Santoro mi ha scritto che l’atto che gli si chiede di firmare è illegittimo. Non posso imporre ad un dirigente la firma di un atto che viene definito in questi termini”;

– lo stesso Dirigente Dottor Santoro, ha avuto modo di dichiarare che “mi è stata proposta una variante in corso d’opera relativa all’intervento sui sottoservizi. Ma non ci sono, in Passeggiata, lavori aperti sui quali fare varianti . . . . non capisco come si possa proporre una perizia per una variante che riguarda lavori già eseguiti perché, in questo caso, poiché si tratta di opere già realizzate, la spesa altro non è che un debito fuori bilancio . . . . L’Autorità Nazionale Anticorruzione è stata chiara: sono illegittime le perizie di variante in sanatoria giacchè l’uso delle varianti è consentito per legge al fine di inserire e autorizzare le lavorazioni extra contrattuali non ancora realizzate . . . . Per quanto riguarda l’intervento annunciato e descritto dall’Assessore Romanini l’asfaltatura a completamento non necessita di alcun parere finanziario”;

– l’Assessore ai Lavori Pubblici Chiara Romanini, sul proprio profilo facebook, come riportato dagli stessi organi di stampa, ha avuto modo di scrivere che “se vieni pagato 3000 euro e rotti al mese le soluzioni le DEVI trovare anche a costo di lavorare tutta la notte. C’è solo un motivo se non lo fai: non te ne frega nulla”, frase che parebbe verosimilmente riferirsi al Dirigente Santoro;

– è interesse della Comunità viareggina conoscere nel dettaglio quali siano i profili di illegittimità dell’atto (o degli atti) “incriminato” come dichiarato dal Sindaco Leonardo Betti così come ogni eventuale ipotesi di responsabilità amministrativa, civile e/o penale conseguente in capo a tutti coloro che hanno realizzato e/o proposto l’adozione e la firma di un atto ritenuto illegittimo da parte del Dirigente Finanziario del Comune e dal Sindaco;

– è altresì interesse della Comunità viareggina, laddove l’illegittimità fosse ulteriormente confermata, conoscere se e quali provvedimenti intende assumere il Sindaco di Viareggio nei confronti del proprio Assessore ai Lavori Pubblici e Vice-Sindaco Chiara Romanini (già oggetto di “mozione di sfiducia” pendente in Consiglio Comunale per i documenti non consegnati ai Consiglieri Comunali quando rivestiva il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale) sia riguardo all’ulteriore rinvio dei lavori della Passeggiata, sia con riferimento all’illegittimità dell’atto proposto alla firma del Dirigente;

– considerato infine che le dichiarazioni rilasciate dal Vice-Sindaco Chiara Romanini sul proprio profilo facebook, vista la verosimile riferibilità alla vicenda del rinvio dei lavori sulla Passeggiata, all’illegittimità dell’atto ed in particolare a valutazioni personali che riguarderebbero lo stesso Dirigente dei Servizi Finanziari Dottor Santoro, concretano una modalità di rapportarsi nei confronti del ruolo che ricopre, del personale dirigente del Comune di Viareggio e quindi, più in generale, nei confronti delle prerogative della Pubblica Amministrazione, in alcun modo rispettosa dei principi generali che regolano la comunicazione ed il corretto confronto fra organi comunali e rami degli stessi;

– tutto quanto sopra premesso,

INTERROGA IL SINDACO DEL COMUNE DI VIAREGGIO

affinchè riferisca, urgentemente, in Consiglio Comunale:

A) con riferimento al rinvio dei lavori della Passeggiata, quali ne siano i motivi ed, in particolare, quali siano i profili di illegittimità dell’atto (o degli atti) che il Dirigente dei Servizi Finanziari si è rifiutato di firmare, così bloccando l’esecuzione dei lavori;

B) se tale illegittimità dell’atto proposto, concreti ipotesi di responsabilità amministrativa, civile e/o penale conseguente in capo a tutti coloro che hanno realizzato e/o proposto l’adozione e la firma di quell’atto ritenuto illegittimo da parte del Dirigente Finanziario del Comune e del Sindaco ed, in ipotesi affermativa, quali siano i provvedimenti conseguenti che l’Amministrazione intende assumere a tutela dei propri diritti e di un corretto svolgimento dell’azione amministrativa pubblica;

C) se ed in quale modo, a prescindere dai suddetti ed ulteriori eventuali profili di responsabilità giuridica, il Sindaco intende valutare l’operato del proprio Vice-Sindaco ed Assessore ai Lavori Pubblici (già oggetto di “mozione di sfiducia” pendente in Consiglio Comunale per i documenti non consegnati ai Consiglieri Comunali quando rivestiva il ruolo di Presidente del Consiglio Comunale) riguardo:

– l’ennesimo rinvio dei lavori della Passeggiata;

– le motivazioni particolari per le quali è stato rinviato in questa ultima occasione;

– le modalità con le quali lo stesso Vice-Sindaco Chiara Romanini gestisce il proprio ruolo pubblico su facebook mediante comunicazioni verosimilmente attinenti l’attività che svolge in Comune e pubblicamente critiche ed irrispettose verso soggetti ed organi comunali con i quali collabora;

e se, anche a seguito di tali ulteriori comportamenti, intende provvedere a ritirare le deleghe conferite, licenziando il Vice-Sindaco Chiara Romanini”.

No comments

*