“Le centraline per il rilevamento dei gas delle vetture sono in funzione?”

0

VIAREGGIO – “Secondo l’Amministrazione Del Ghingaro, i due parcheggi, uno a raso alla Migliarina e l’altro a silos nell’area dell’ex gasometro, non si faranno per il momento, ma tra due anni”. La nota stampa, che pubblichiamo integralmente, arriv dal movimento “No silos No Smog”: Vogliamo confermare: abbiamo già raccolto quasi 1000 firme contrarie al progetto e continueremo a raccoglierne. Il Movimento No Silos No Smog non si ferma.
Respingiamo decisamente l’ipotesi anche se futura di un tale progetto perché il parcheggio a silos, costituisce un forte impatto ambientale negativo, a danno della salute, aumentando un già forte degrado esteso a tutto il centro e al suo territorio.  Il progetto così come proposto, a una prima visione appare improvvisato, e privo di dati e studi specifici sui flussi del traffico.  Il parcheggio a silos è in netto contrasto con quella necessaria politica di liberazione del centro città dalle auto e dallo smog, che molte città italiane ed europee hanno da tempo realizzato.
In campagna elettorale Del Ghingaro, allora candidato a sindaco, si era dichiarato disponibile e sensibile alla salvaguardia dell’ambiente. Ora o a quelle dichiarazioni seguono fatti concreti o si trattava solo dei soliti slogan da campagna elettorale.  Se poi, ripercorrendo la solita politica, l’orientamento dell’Amministrazione Del Ghingaro, per far cassa, fosse quello di aumentare i residenti con nuove edificazioni e relativo sfruttamento del territorio, possiamo rispondere subito:  Siamo nettamente contrari e ci opporremmo allo sfruttamento del territorio.  Le scelte in materia di pianificazione urbanistica per Viareggio, sono oggi molto difficili e delicate, dal momento che, in anni passati, la politica urbanistica fatta sul nostro territorio è stata portata avanti a colpi di varianti ed accordi di programma, senza una visione organica delle reali esigenze della città. Il risultato finale è che oggi abbiamo un territorio oramai saturo e logoro da decenni di politiche abitative non corrette, dove i cittadini stanno pagando gli effetti negativi di tali scelte. NO SMOG: Ricerche recenti in molte città italiane denunciano i pericoli per la salute da inquinamento ambientale (polveri sottili…….). Vogliamo allora chiedere all’Amministrazione e sopratutto al Sindaco, garante della salute pubblica: le centraline collocate sul territorio per il rilevamento dell’inquinamento dai gas di scarico dei veicoli, sono in funzione?  Siamo prossimi all’inverno, di conseguenza saranno accesi gli impianti di riscaldamento, saremo in grado di avere i dati d’inquinamento? Il Movimento No Silos No Smog, rimane in attesa di risposte!”

No comments

*