Le considerazioni del Sindaco di Viareggio sul rendiconto di gestione del Comune

0

VIAREGGIO – “Quest’oggi mi è stata consegnata dal Presidente dell’organo di revisione contabile la relazione sul rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2013 del Comune di Viareggio, che è già stata inviata a tutti i Consiglieri Comunali.
Il parere è sostanzialmente favorevole con già note criticità nel rapporto tra Ente e società partecipate ed il Presidente stesso, nel colloquio che oggi ha avuto con me insieme al Dott. Santoro, lo ha definito ‘inappuntabile’ ed ‘attendibile’.

Sarà domani la Conferenza dei Capigruppo a pianificare il percorso consiliare per la definitiva approvazione del consuntivo 2013 e venerdì prossimo molto probabilmente il collegio dei revisori dei conti incontrerà, insieme al Dott. Santoro, la commissione bilancio del Consiglio Comunale, una volta sentito il Presidente.

Per quanto riguarda l’adesione alle procedure previste dal titolo VIII del TUEL, questa Amministrazione, come già preannunciato, convintamente intende percorrere la strada del riequilibrio finanziario. A tal riguardo, insieme all’Assessore Bertoli ed al Dirigente competente, mi sono recato stamani presso la Sezione Controllo Regionale della Corte dei Conti per un primo colloquio, nell’ambito della procedura del cosiddetto “controllo collaborativo”: in tale sede abbiamo delineato, anche a seguito delle risultanze del nostro consultivo e della relazione del MEF, alcune ipotesi di lavoro di un possibile piano di riequilibrio finanziario che il Consiglio Comunale potrà scegliere in alternativa alla dichiarazione di dissesto dell’Ente. La Corte, analizzando i passaggi fin qui fatti dall’Amministrazione, ha dato atto della grande mole del lavoro svolto e della qualità del procedimento seguito.

Noi stiamo già lavorando per il piano di riequilibrio che sarà successivamente sottoposto alla approvazione del Consiglio Comunale e che riceverà tutti i pareri previsti dalla legge: questa Amministrazione è la prima a voler approntare un piano che abbia le caratteristiche di sostenibilità e credibilità ed è sulla base di tali elementi che tutti gli organi competenti si esprimeranno a tempo debito. Ogni altra valutazione mi pare prematura.”

No comments

*