L’intervista di TGregione.it al candidato Sindaco di Pietrasanta Alberto Giovannetti

di Matteo Baudone – In vista delle elezioni amministrative del 24 di giugno a Pietrasanta TGregione.it ha voluto interpellare i due candidati al ballottaggo Neri e Giovannetti. Abbiamo scelto cinque temi principali su cui dopo la vera e propria tornata elettorale del 10 giugno i due candidati hanno magari perfezionato la loro linea d’azione. Il candidato Ettore Neri dopo alcune richieste ha preferito non confrontarsi. La nostra testata giornalistica sarà comunque ben felice di pubblicare un suo intervento quando il candidato del centro sinistra sarà disponibile.

Il candidato Giovannetti ha invece dato la sua piena disponibilità e quello che leggerete di seguito a queste righe è il risultato delle interpellanze ai cinque temi scelti

Ambiente: “Per molti delle criticità ambientali, così come per quella della salute visti i tagli, con cui oggi ci troviamo a fare i conti dobbiamo ringraziare il Partito Democratico ed il centro sinistra che governa questa regione da sempre. I punti del nostro programma sono chiari e non hanno nessun colore politico: lotteremo al fianco dei comitati per la chiusura in sicurezza di Cava Fornace e bonifica per risolvere la problematica del tallio (è dal dicembre 2016 che non si registrano sforamenti dei parametri), per lo smantellamento dell’inceneritore di Falascaia e completeremo la rimozione dell’amianto nell’ex Edem, rimozione che è quasi a metà e che stiamo portando avanti a step funzionali vista anche la delicatezza dei materiali e la loro ubicazione.” 

Cultura: “Un programma triennale di mostre di altissimo livello da promuovere su scala internazionale con grande anticipo attingendo dall’enorme rosa di artisti che collaborano con le nostre fonderie e botteghe artigiane. Continueremo ad incrementare le opere del Parco Internazionale della Scultura e faremo la via dell’Arte in Via Versilia: un punto del programma della lista civica di Mazzoni che ci trova perfettamente d’accordo. Continueremo ad investire nella promozione e nella comunicazione e sull’immagine di Pietrasanta nel mondo. Nominerà una delega agli eventi per gestire la mole di iniziative che organizzeremo, soprattutto fuori stagione per sostenere il commercio e il turismo.”

Turismo: “Il turismo rappresenta il 70% del nostro Pil comunale. La balneabilità delle acque è una priorità, noi siamo a favore dell’uso del peracetico nell’immediato mentre dovremo correre per realizzare e potenziare la rete fognaria (in due anni abbiamo posato 3 km di nuova rete ed allacci) ed anche i depuratori che sono di competenza di Gaia, investimenti nelle infrastrutture e nei servizi di accoglienza, penso al centro congressi all’ex Incanto e al rifacimento di Piazza Villeparisis ma anche a Fiumetto e Focette dove riqualificheremo marciapiedi ed arredo. Investiremo nelle frazioni, sono una risorsa turistica in prospettiva dove in questi anni sono nati tanti B&B e agriturismi frequentati da stranieri. Poi ci sono la Rocca di Sala: il nostro progetto più ambizioso e più importante per collegare il mare e la collina.”

Amministrazione del territorio: “In 5 anni investiremo 70milioni di euro in opere pubbliche ed interventi, soprattutto nell frazioni, per migliorare la qualità della vita dei residenti e turisti, proseguiremo nel nostro piano per la messa in sicurezza del territorio ma anche sul decoro e sulla lotta al degrado che con il centro sinistra saranno una costante basta vedere ne comuni limitrofi amministrativa dal Partito Democratico quello che succede. L’altro punto è la sicurezza dei cittadini: posizioneremo 25 nuove telecamere, anche nei cimiteri che sono stati oggetto di vandalismi, e faremo assunzioni stagionali nella Polizia Municipale per controllare meglio il territorio. Sulla sanità non faremo sconti alla Conferenza dei Sindaci: l’Ospedale Versilia deve tornare a funzionare pienamente. Rifiuti: ripristineremo la raccolta del verde in estate. Sul fronte sociale riattiveremo le borse lavoro. Il nostro motto è: solo le imprese creano lavoro. Ed è questa la leva per dare prospettiva anche a chi oggi non ha un lavoro o è alla soglia del pensionamento ma gli mancano alcuni anni.”

Relazioni coi cittadini: “Da imprenditore pretendo un comune più elastico che renda più semplice l’interazione ed il confronto con professionisti, imprese e cittadini perché il tempo che dedichiamo alla burocrazia è tempo divorato alle nostre imprese e alle nostre famiglie. E’ mia intenzione attivare un ufficio del sindaco, con la mia presenza ogni giorno, all’ex Lucchesi, per seguire da vicino, senza filtri e senza nemmeno la necessità di utilizzare mail o telefono, l’attività strategica di settori come urbanistica, edilizia, patrimonio, suolo pubblico, demanio, ambiente. Eliminiamo passaggi per rendere tutto più snello. Sarò inoltre presente periodicamente nelle frazioni: è il comune a dover chiedere quali sono i bisogni dei cittadini e non viceversa. Questo è il mio obiettivo.”