Lo spettro del dissesto, Traina: “Situazione drammatica come non mai”

0

VIAREGGIO – “La situazione del nostro comune non è mai stata drammatica come in questo momento e si allunga su tutti noi lo spettro del dissesto”.

A parlare, oggi, a nome di tutta Sel, Libertà e Partecipazione, è Simone Traina.

“Rispettando la vocazione originaria di Sel (“Non ci interessa il partito, ma la partita”: questo era lo slogan), vogliamo provare a giocare questa partita al di fuori dei giochi di partito, con una proposta che mettiamo sul tavolo per le forze al governo della città, e per la città tutta – aggiunge -: ” Questa giunta ha fallito: ha fallito – perché il fallimento arriva non solo quando si sbaglia, ma anche per peccati di omissione – nelle grandi cose che pure facevano parte del suo programma, come la revisione dei contratti con le partecipate, il governo dell’emergenza sociale, il rilancio culturale, del turismo e dell’economia cittadina, e ha fallito nelle piccole cose, simboli della mancanza di una visione complessiva della Viareggio che vorremmo. Da ultimo, sigilli di un declino perseguito con ostinazione insensata, si pensi a Viareggio nuda e all’erba di plastica. Noi però non siamo convinti che l’assenza di Politica, quale ci troveremmo a vivere per i tempi lunghi di un commissariamento, sia una buona soluzione per Viareggio, e per questo chiediamo a tutti un’ammissione di responsabilità, un passo indietro e un atto di generosità nei confronti della città: accanto al sindaco, che dovrebbe rimanere come garante di un’operazione di assoluta emergenza, commisurata alla gravità del momento che viviamo, chiediamo un azzeramento completo della giunta in essere e dei vertici delle società partecipate e la formazione di una nuova squadra di governo di sinistra formata da persone di alto spessore, universalmente riconosciuto, e altrettanto grande competenza tecnica e politica. Riteniamo che tali persone dovrebbero essere trovate al di fuori dei partiti (Sel compresa, ovviamente), non perché nei partiti non possano essere presenti le personalità adeguate, ma solo perché in questo difficile momento nessuno si senta autorizzato a rivendicare spazi da manuale Cencelli che fino ad oggi si sono rivelati drammaticamente inadeguati allo stato delle cose, riproponendo nelle istituzioni quel grave scollamento tra politica e società – e realtà, in molti casi – che ora più che mai deve essere evitato. Se il sindaco, e tutte le altre forze di buona volontà, decidessero di percorrere celermente questa strada, dandone attuazione concreta e completa prima delle importanti votazioni consiliari che ci attendono, Sel è pronta a riconsiderare la possibilità del proprio sostegno, comunque vincolata alla condivisione di un progetto complessivo sulla città e all’attuazione dei punti programmatici che più volte abbiamo indicato come prioritari. Per Viareggio”.

No comments

*