Lorenzoni (Vivere Stazzema): “L’assessore era in chiaro conflitto di interesse”

0

STAZZEMA – Con la deliberazione nr. 40 del 26 giugno 2014 la giunta comunale di Stazzema ha inteso approvare in linea tecnica il progetto definitivo, ed esecutivo, relativo alla ristrutturazione e spostamento uffici del palazzo municipale. Tra gli intervenuti alla discussione e all’approvazione dell’atto risulta essere presente anche l’assessore Caterina Lorenzoni. Come, è noto, lo stesso assessore svolge la sua attività lavorativa e collaborativa presso la Croce Verde di Arni.

“Allora non può sfuggire – attacca il consigliere di opposizione Lorenzoni – che nella relazione tecnica di accompagnamento al progetto citato è possibile leggere – il 2° piano (Casa Sigali) verrà sgombrato di tutti gli arredi dell’ ufficio anagrafe e degli uffici della polizia municipale, in modo tale da poter ospitare la Croce Verde di Arni e gli uffici della protezione civile – Mi chiedo se l’assessore in questione, al fine di garantire la trasparenza e l’imparzialità dell’azione amministrativa, avrebbe dovuto astenersi dalla discussione e ancor di più dalla votazione, dato che è possibile ipotizzare l’evidente interesse dalla stessa nutrito, come appare evidente il contrasto della situazione personale e non di meno la specifica utilità che dall’assunzione dell’atto può discendere a favore dell’associazione di volontariato citata.

E’ ormai consolidato il principio che il conflitto di interessi e allontanamento dalla seduta dell’organo deliberante in posizione di conflitto, prescinde da un vantaggio concreto, bastando a determinarlo anche la semplice ipotesi in astratto di un interesse proprio ancorchè indiretto”.

“L’assessore Caterina Lorenzoni – si chiede Lorenzoni – poteva partecipare e votare la delibera giuntale nr.40_2014, come approvata e pubblicata?. Al tempo stesso chiedo se l’amministrazione intende assumere una specifica decisione in merito”.

No comments

*