Losacco, Silp: “Rinforzi estivi ai minimi storici, sicurezza e legalità a rischio”

0

VIAREGGIO – Letizia Tassinari – Legalità e sicurezza sono i presupposti di una serie di diritti, oltre che di un buon sviluppo econonomico e della tranquillità sociale. Ne è convinto Antonio Losacco, segretario generale e provinciale del Silp Cgil. E, partendo da questa premessa, questa mattina, ha fatto il punto della situazione, non buona. Meno mezzi e meno uomini a disposizione della Polizia, si traducono, se i numeri non sono un’opinione, in minore sicurezza e legalità, a discapito dei cittadini e, essendo Viareggio, e tutta la costa della Versilia, una zona turistica anche a discapito dei villeggianti.

Dei  46 rinforzi arrivati per la stagione estiva solo 22 vanno alla Polizia, ha precisato Losacco, supportato, nella conferenza stampa, dal segretario della Camera del Lavoro di Viareggio Massimiliano Bindocci: “E 22, oltre che essere il minimo storico, nel 2012 e nel 2o11 gli aggregati furono 24, sono solo sulla carta. Perche’ in realtà ne sono arrivati di meno. Senza contare che i due poliziotti destinati al Distaccamento della Polstrada per svolgere mansioni di viabilità ordinaria sono invece spesso dirottati alla Sottesezione e operano sull’autostrada. Quanto alla Scientifica nessun rinforzo. Per questo siamo pronti a protestare, e far sentire la nostra voce”.

Meno mezzi e meno uomini, e questo il poliziotto sindacalista ci tiene a sottolinearlo, ma i risultati ci sono. E ne sono prova i tanti arresti, e le denunce, delle ultime settimane. L’impegno di chi c’è e lavora si vede. Ma le previsioni per il futuro, nemmeno tanto lontano, sono pessime:  “Dal 2009 non c’è stato un rinnovo contrattuale e le indennità sono bloccate dal 2011 –  ha affermato Losacco – e sono previsti tagli di 800 milioni di euro nel 2015 e un miliardo e 700mila euro nel 2016″.  Tra i numeri, da brividi, snocciolati ci sono i 15mila agenti prossimi a smettere, molti dei quali  non saranno sostituiti, 11 commissariati , 27 presidi della Polizia Stradale, 73 sezioni di Polizia Ferroviaria e altrettante di Polizia Postale che spariranno. E tra  i previsti tagli anche 11 squadre a cavallo, incluse Firenze e Viareggio. “Squadra ippomontata mai nata a Viareggio, se non con qualche cavaliere durante l’estate – sottolinena  Losacco. E c’è da chiedersi, quindi, a cosa sia servita la querelle di questi giorni, tra opposizione e sindaco, sulla scuderia Sabrata.

Un situazione a dir poco drammatica, quella dipinta dal sindacalista del Silp. Che fare allora? “Noi poliziotti non abbiamo diritto di sciopero ma da ieri, abbiamo iniziato da Lucca, sono previsti, a livello nazionale, una serie di presidi, sit- in e manifestazioni di protesta”. E ci sarà lo stop per alcuni servizi “straordinari”. Le volanti saranno sempre sulla strada, ma verrà a mancare la reperibilità fino ad oggi garantita da un accordo sindacale, da ieri non rinnovato.

“Alla luce di quanto appena detto – ha concluso Antonio Losacco – poichè è ormai diventato impossibile garantire tutto a tutti, il Silp Cgil chiede espressamente al Questore di impiegare il personale a disposizione con maggiore parsimonia, individuando quindi le priorità in cui la presenza della Polizia è ritenuta effettivamente indispensabile”.

La soluzione? “Cinque Forze di Polizia, Polizia, Arma, Guardia di Finanza, Forestale e Penitenziaria, sono troppe. Occorrre unificarle come hanno già’ fatto quasi tutti i paesi d’Europa”.  Quanto alla situazione carceri la ricetta non è fuori tutti, ma investire nell’edilizia carceraria: “Lo Stato sta risarcendo i danni, 8 euro al giorno per tutto il periodo di carcerazione a chi si è trovato costretto in una cella di tre metri, quando i metri quadrati minimi, imposti dallo standard europeo sono sette”.

La politica faccia la sua parte: se deve tagliare tagli le scorte non necessarie.

No comments

*