Lotta al crimine, due giorni di controlli serrati: Polizia e Rpc in azione

0

VIAREGGIO – Crimine, sicurezza e Polizia in azione. Nella serata del 9 aprile è stato effettuato un vasto servizio di controllo del territorio che ha visto impegnati personale delle Volanti del Commissariato di Viareggio e quattro equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Toscana.

Con l’intento di contrastare i fenomeni di criminalità diffusa e lo spaccio di stupefacenti, i poliziotti hanno perlustrato le zone circostanti la Stazione ferroviaria, il centro cittadino di Viareggio nonché la zona del Varignano, e del Lido di Camaiore, ispezionando anche i locali commerciali ivi ubicati.

Il servizio ha permesso il conseguimento dei seguenti risultati: 16 mezzi controllati, 30 persone identificate, 2 denunciate, 1 segnalata, e due contravvenzioni al codice della strada.  In particolare B.F. nato in Romania nel 1977 e V.F. nato in Romania nel 1982, entrambi domiciliati a Viareggio di fatto senza fissa dimora, pregiudicati per reati contro il Patrimonio in particolare furti, sono stati indagati in stato di libertà, per reato di ricettazione di cavi in rame.  Gli stessi sono stati sorpresi in questa via Burlamacchi, nei pressi della Stazione FS, intenti a togliere la guaina di rivestimento di alcuni cavi elettrici dei quali non hanno saputo dare una valida motivazione del possesso.  Infine, D.R., nato in Albania nel 1992, residente a Viareggio frazione Torre del Lago, pregiudicato per reati contro il Patrimonio e stupefacenti; sottoposto a controllo sul viale Marconi a Torre del Lago, è stato sanzionato ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 in quanto trovato in possesso di gr. 1,72 di hashish.

Giornata impegnativa per gli uomini del Commissariato di Viareggio anche quella del 10 aprile.
Sono state, infatti, ben 8 le persone indagate in stato di libertà a vario titolo. I cittadini extracomunitari J.S. di 25 anni, F.A. di 26 anni, B.R. di 25 anni, F.B. di 27 anni e F.A.H. di 16 anni, tutti marocchini in Italia senza fissa dimora e non in regola col permesso di soggiorno,sono stati indagati in stato di libertà per invasione di terreni o edifici. Gli stranieri avevano adibito a loro domicilio un’abitazione di vacanza a Lido di Camaiore. L’operazione dei poliziotti è scattata alle prime luci dell’alba in tal modo da essere sicuri di trovare i malfattori ancora a dormire.
A carico di quattro di loro sono state avviate, inoltre, le procedure volte ad adottare i provvedimenti per la loro espulsione dal Territorio Nazionale. F.T., cittadino rumeno di 44 anni, è stato indagato dagli uomini delle Volanti del Commissariato di Viareggio per furto. Lo straniero è stato sorpreso alle 3 del mattino mentre aveva appena rubato una bicicletta da un giardino in via Sarzanese.
Inseguito dai poliziotti ha dapprima tentato di far perdere le sue tracce ma è stato subito acciuffato ed identificato. Il velocipede è stato riconsegnato al legittimo proprietario C.S. italiano di 22 anni è stato indagato in stato di libertà per il reato di guida in stato di ebbrezza alcolica. Nelle ore notturne in via Foscolo, al giovane alla guida di un’autovettura, è stato intimato l’alt da una pattuglia di volante. Con andatura incerta il conducente, non volendone sapere dei poliziotti, ha accelerato tentando la fuga. I poliziotti lo hanno inseguito per un bel tratto di strada fermandolo con non poche difficoltà in viale Buonarroti. Positivo all’esame dell’alcoltest al ragazzo è stata ritirata la patente di guida in attesa del processo. F.M. ventenne nato a Pescia ma residente a Viareggio è stato indagato in stato di libertà per guida senza patente. Una pattuglia delle volanti lo ha fermato nel pomeriggio in zona Terminetto mentre si trovava alla guida di un’autovettura senza mai aver sostenuto l’esame di guida. Carta di circolazione ritirata e gravi conseguenze attendono il giovane conducente.

No comments

*