M5S Viareggio, Max Bertoni: “Ora tocca a noi!”

0

VIAREGGIO – La caduta dell’Amministrazione Comunale non è una vittoria per nessuno, bensì una sconfitta per l’intera città.  “E’ la resa dei partiti che dimostrano la loro distanza dai problemi veri dei cittadini e una totale mancanza di idee innovative oltre che di trasparenza e condivisione – commenta Max Bertoni del Movimento Cinque Stelle. “Prima – prosegue l’ex capogruppo consiliare del partito di Beppe Grillo all’indomani della caduta di Betti – si è arresa la “destra” dell’Amministrazione Lunardini, anch’essa prematuramente terminata, ed oggi a cadere è la “sinistra” di Betti e compagni. Quest’ultima esperienza di governo, targata PD, è durata solo 15 mesi.
Non molti, ma sufficienti a far capire a tutta la città l’inadeguatezza dell’ennesima amministrazione partitica che si è distinta per l’assenza di proposte coraggiose, concrete e utili; per la mancanza di libertà nelle scelte, condizionate sempre dal dover privilegiare qualcuno o qualcosa che sta sopra o dietro al partito e a scapito dei cittadini; per la confusione su tutti i fronti, le frequenti marce indietro, le scelte di retroguardia. Per il MoVimento 5 Stelle invece sono stati 15 mesi di intensa attività di opposizione critica, mai disgiunta però da quella propositiva. Abbiamo continuato a sviluppare il nostro programma, inizialmente proposto alle elezioni, con la stesura della variante al PRP, il Carnevale, il piano del porto, la mobilità sostenibile, la gestione dei rifiuti, l’ambiente, il turismo, l’energia, l’acqua, la scuola, il sociale, la pubblica amministrazione, il taglio degli sprechi, eccetera. Portando sempre in Consiglio Comunale proposte attuabili, attraverso numerosissime interrogazioni, mozioni e interventi. Un lavoro non sempre visibile, ma quotidiano, negli uffici per reperire documenti e nei gruppi di lavoro appositamente costituiti per elaborare proposte che abbiamo sviluppato, confrontandole poi con i tecnici comunali e le categorie interessate, per poterle poi proporle ai cittadini. Dopo questa breve ma intensa esperienza, abbiamo accresciuto la nostra consapevolezza di come Viareggio abbia tutte le potenzialità per riemergere dal baratro in cui è stata cacciata da 30 anni di mala politica dei partiti. Ma abbiamo anche capito che per farcela è necessario l’aiuto di tutti i cittadini, molti dei quali hanno già portato il loro contributo, anche solamente morale, nelle oltre nostre 90 assemblee pubbliche appositamente convocate in questi 15 mesi. Mettiamo a disposizione della città quella che noi chiamiamo ‘intelligenza collettiva’, costituita dal contributo di tutti, per assicurare la tutela dei diritti basilari alle fasce più deboli e per favorire quelle situazioni che devono essere permanentemente osservate per favorirne lo sviluppo sostenibile, vedi il turismo, il commercio, la cantieristica, eccetera. Anche durante questo periodo di commissariamento, i nostri gruppi di lavoro e le nostre assemblee continueranno a lavorare e proseguiremo ad essere presenti negli uffici e nelle strutture pubbliche portando la voce dei cittadini che chiederanno il nostro sostegno. Fin da oggi inizieremo a elaborare insieme alla città il nuovo progetto politico per poterci presentare preparati, coscienti e consapevoli rispetto a quelli che saranno i futuri impegni amministrativi, che di fronte alle crescenti difficoltà economiche saranno sempre più pressanti. Ribadiamo con forza che con il sistema partitico, artefice dei disastri compiuti ormai sotto gli occhi di tutti, non vogliamo mai avere niente a che fare. O noi o loro. Loro li avete provati e altre città che li hanno abbandonati non li rimpiangono”.

No comments