Madama Butterfly torna sul Lago, sarà Silvana Froli l’interprete di Cio Cio San

0

TORRE DEL LAGO – Fu a Londra, nel  1900, che Puccini,  assistendo alla rappresentazione del dramma «Madame Butterfly» di David Belasco, tratto dall’omonimo romanzo di J.L. Long  decise di dedicarsi alla composizione  di una  tragedia giapponese.  La   drammatica vicenda della giovane geisha Cio-Cio -San lo aveva totalmente affascinato e decise così di affidare la stesura del libretto  a Luigi Illica e Giuseppe Giacosa per comporre quella  che lui stesso avrebbe poi definito  «l’opera più sentita e più suggestiva ch’io abbia concepito»
L’allestimento che propone il cartellone del 60 Festival Puccini di Torre del Lago, ideato da Renzo Giacchieri che firma scene, regia e costumi dello spettacolo   si  caratterizza per il rispettoso  minimalismo giapponese e la meticolosa attenzione ai dettagli  della  tradizione e  del costume del Giappone.        Ad interpretare la commovente  vicenda della geisha di Nagasaki troviamo Silvana Froli, soprano lucchese già acclamata nel ruolo a Torre del Lago . Il tenore Rame Lahaj  sarà  Pinkerton. Sharpless sarà il bravissimo  Giovanni Meoni. Nel ruolo di   Suzuki , la perfetta Renata Lamanda.

Sul podio alla testa dell’Orchestra e del Coro del Festival Puccini Josè Miguel Perez Sierra.

Completano il cast Luca Casalin Goro; Angelo Nardinocchi il Principe Yamadori, Paolo Battaglia Lo zio Bonzo Pedro Carrillo Il commissario Imperiale; Velthur Tognoni l’ufficiale del registro, Francesca Romana Tiddi Kate. Maestro del  Coro   Stefano Visconti. Assistente alla regia Luca Ramacciotti . Coreografie e movimenti mimici Hal Yamanuchi.

No comments

*