Mallegni candidato a sindaco e alle regionali?

0

PIETRASANTA – Massimo Mallegni e le regionali. A intervenire sulla vicenda è Simone Tartarini, con una lunga riflessione che riportiamo integralmente: “Intervengo sulla questione, che in modo speculativo tiene banco nella piccola Atene da giorni, su cosa farà Massimo Mallegni nel prossimo futuro. Sara’ candidato sindaco a Pietrasanta o candidato per governare la Toscana ? Ne parlo apertamente dopo che in questo tempo ho ascoltato tanti amici e annusato tanti umori cittadini. Il mio lavoro e questo mio nuovo impegno per la mia città mi hanno portato ad incontrare tanta gente che quasi all’unanimità mi ha manifestato la stima è il favore verso Massimo Mallegni. La mia, di stima, parte da una conoscenza ormai trentennale e dal percorso politico insieme intrapreso nel fondare ILLUMINIAMO IL NOSTRO FUTURO. Non una nuova formazione politica ma un progetto per il futuro di questo territorio, il comune unico della Versilia, rispolverando e attualizzando un progetto di uomini visionari di vent’anni prima. Decidemmo, col consenso di molti altri amici, che questo progetto prescindeva da ragioni ideologiche e partitiche, e che la forza pulsante avrebbe stata non le persone ma il progetto stesso. Allora Massimo Mallegni, uomo di partito, fece un passo indietro con coraggio e senza remore. Tutti convinti che era l’ora di cambiare. Sarei bugiardo se non ammettessi che la sua presenza e’ stata collante e forza motrice al progetto. Quando ne cominciammo a parlare in giro molti amici ci guardavano come fossimo marziani e Massimo, il più in vista tra noi, si attiro’ critiche e derisioni. Oggi quell’idea si è concretizzata in un progetto politico e amministrativo, che condiziona e condizionerà le scelte delle future amministrazioni di tutti i comuni versiliesi, al di là del colore. PIETRASANTA PRIMA DI TUTTO e’ frutto di quell’idea perché il progetto ha prevalso su vecchie logiche generando un rinnovamento di persone e di metodi. Ho riflettuto molto prima di scrivere queste righe, sulla loro opportunità e sulla loro utilità, decidendo poi di dare, con chiarezza e onestà intellettuale, il mio segnale di sfida ai nostri avversari e di fiducia al nostro sodalizio. La presenza o meno di Massimo Mallegni quale candidato sindaco non sposta di una virgola il nostro impegno e il nostro progetto perché i cittadini di Pietrasanta hanno vissuto cinque anni di deserto amministrativo da parte di una giunta e di una maggioranza consiliare che non ha deciso nulla se non aumentare le tasse. Che ha vissuto nel terrore di un intervento della procura, finendo per autodenunciarsi alla corte dei conti, facendo pagare il conto ai cittadini di Pietrasanta, nella puerile speranza che quest’ultima li liberasse dall’incubo Mallegni. lo stesso ragionamento, alimentato ad arte, per un Mallegni candidato alla regione, senza rispetto per la città, che per la prima volta nella storia potrebbe avere un cittadino in consiglio regionale, e perché no alla sua guida. D’altronde qualcuno di voi, col medesimo incedere, ancorché senza nessun rispetto umano, brindo’ la sera del 31 gennaio 2006. Agli amici di PIETRASANTA PRIMA DI TUTTO dico con consapevolezza certa che tale eventualità rappresenterebbe una cassa di risonanza enorme al nostro progetto è una maggiore visibilità per Pietrasanta lasciando invariate le nostre chance di vittoria alle elezioni del 31 maggio prossimo. Mentre scrivo questi pensieri mi torna alla mente, con grande gioia per me tifoso milanista, la finale di Champions League del 1994. Il Milan opposto al Barcellona si presentò in finale privo di Baresi e Costacurta, allora la coppia difensiva più forte del mondo. Nei giorni precedenti la finale i giornali spagnoli presentarono il Milan come la vittima sacrificale. La partita, i tifosi milanisti se la ricorderanno bene, fini’ 4 a 0 per il Milan, che vinse umiliando i catalani. Massimo Mallegni, sindaco, consigliere regionale o presidente della Toscana sarà sempre insieme a noi a guidare e supportare un gruppo forte, valido e motivato. La nostra lista e’ il nostro pensiero e il nostro motto perché PIETRASANTA viene PRIMA DI TUTTO, e questo ci siamo impegnati ad onorare. All’amico Massimo invio un sentimento di incondizionata stima per il suo impegno, qualunque esso sia, per la sua Pietrasanta”.
Simone Tartarini.

No comments

*