Marija nella serra, difesi da Prisco e Brazzini patteggiano un anno e otto mesi. Pena sospesa

0

MASSAROSA – ( di Letizia Tassinari ) –  Difesi dagli avvocati Umberto Prisco e Andrea Brazzini,  Rossano e Marco Marcucci, padre e figlio, e Thomas Simonini hanno pattegiato un anno e otto mesi, pena sospesa.

Il 16 settembre scorso ( leggi anche:Nella serra si coltivava Marija )  i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Viareggio nell’ambito di un’attività indirizzata al contrasto della coltivazione, produzione e spaccio di sostanza stupefacente avevano arrestato i tre, tutti incensurati. A seguito di un’attività info investigativa i militari avevano individuato una serra adibita a piantagione di marijuana nel territorio del Comune di Massarosa, ed erano state sequestrate  72 piante di marijuana di un’altezza compresa tra un metro e mezzo e i tre metri per un peso approssimativo di oltre 120 chili. A seguito delle perquisizioni domiciliari eseguite veniva rinvenuto e sequestrato il materiale per il confezionamento dello stupefacente un bilancino di precisione, un panetto di marija e denaro, 240 euro, verosimilmente provento dello spaccio. Il giorno successivo, il 17 settembre, era stato celebrato il processo per direttissima presso il Tribunale di Lucca, ma i legali avevano chiesto termini a difesa, e il processo era stato rinviato ad oggi. “

 

No comments