Massimo Mazzolini, respinto l’esposto presentato da ex colleghi all’Odg Toscana

3

VIAREGGIO – “Soltanto per puro spirito di informazione e anche per salvaguardare l’immagine di chi fa correttamente giornalismo da una vita ed è stimato dai suoi ascoltatori, ritengo opportuno informare che l’Ordine dei Giornalisti della Toscana, sollecitato da tre ex colleghi di Rete Versilia, ha respinto il ricorso da loro presentato all’indomani dei fatti accaduti a Rete Versilia nel settembre del 2013”. E’ lo stesso Massimo Mazzolini, volto e voce nota dell’emittente di via Cavallotti, che parla: “Nell’esposto mi si accusava di comportamento antisindacale poiché non aderii allo sciopero del 2 settembre 2013 (anche perchè non fui avvisato, come documentato all’OdG) e di essere un pensionato con contratto di collaborazione con l’emittente che non avrebbe previsto la conduzione del telegiornale, ma solo di specifici format. Niente di più sbagliato poiché il mio contratto con l’emittente prevede esplicitamente la conduzione del Telegiornale”. L’ordine dei giornalisti della Toscana, dopo avere attentamente appurato l’attendibilità delle prove fornite da Massimo Mazzolini nell’audizione dello scorso 10 dicembre ha emesso questa sentenza: “Preso atto di quanto Massimo Mazzolini ha dichiarato in sede di audizione, rilevato che il signor Mazzolini non era effettivamente al corrente della proroga dello stato di agitazione di alcuni dipendenti di Reteversilia al 2 settembre 2013 come dimostrato dalla documentazione prodotta; il contratto di lavoro di Massimo Mazzolini prevede esplicitamente la conduzione del telegiornale contrariamente a quanto affermato dagli esponenti (Lazzeri – Montaresi e Altemura). Ritenuto pertanto di non ravvisare presupposti per sanzioni disciplinari, delibera l’archiviazione del procedimento nei confronti di Massimo Mazzolini. Così deciso in Firenze l’11 dicembre 2014”

“A tutti quelli che hanno scritto e detto sproloqui e falsità sul mio nome, cercando di infangare senza riuscirvi 39 anni di onesta attività, dico che bene farebbero oggi a chiedere scusa perché così dimostrerebbero di avere agito in buona fede, pur sbagliando – aggiunge Massimo Mazzolini – a Gabriele Altemura, Andrea Montaresi e Lara Lazzeri, che hanno presentato l’esposto contro di me, dico che dovrebbero stare più attenti a non incappare in grossolani errori che possono lenire la loro immagine di giornalisti e la loro moralità. Io faccio sempre e solo quello che condivido, sciopero compreso, e lo faccio sempre con la massima correttezza, così come avvenne durante lo sciopero del settembre 2013”.

3 comments

  1. lademocraziainviacavallotti 22 gennaio, 2015 at 16:41 Rispondi

    Intanto lui é in pensione e lavora ancora e gli altri escluso Altemura no,ma anche i tecnici ed i cameraman sono a spasso.

    • Iacopo 24 gennaio, 2015 at 15:52 Rispondi

      Mi chiamo Iacopo Mencuccini e anch’io conducevo il Tg di Reteversilia. Ho scelto, per coerenza, di dimettermi e di trasferirmi a Firenze dove lavoro con grande soddisfazione. Lo stesso vale per i miei colleghi con i quali sono in contatto e hanno trovato un impiego. Prima di parlare si informi. Buona giornata

  2. Ili Pedonese 23 gennaio, 2015 at 23:26 Rispondi

    Conosco Mazzolini da una vita e non ho mai avuto dubbi sulla sua correttezza, come uomo e come giornalista, mi ha fatto piacere che anche l’ordine dei giornalisti gli abbia dato ragione.

Post a new comment

*