Matteo Chelotti resta a Milano, il pm ha chiesto l’autopsia: slittano i funerali

0

VIAREGGIO – ( di Letizia Tassinari ) – Nessun funerale, per ora, per Matteo Chelotti. Le esequie, previste per domani alle 16 alla Chiesa dei Servi di Maria di Marina di Massa, sono slittate. Al momento sine die.  Da Milano, il Pubbico Ministero, non ha ancora disposto la restituzione della salma alla famiglia del sostituto commissario Lucio Chelotti, capo dell’Anticrimine del Commissariato di Polizia di Viareggio. Alcuni segni sul collo, provocati tra l’altro dal personale del 118 intervenuto sul posto per tentare, con una manovra d’urgenza, di rianimare  il ragazzo precipitato dal settimo piano del palazzo dove abitava (leggi anche: Volo mortale dal settimo piano: ciao Matteo), non hanno convinto la Procura -ha spiegato il padre -, che leggendo il referto del medico dell’ospedale non ha eslcuso ipotesi di reato, ha chiesto l’autopsia. Per domani mattina è previsto un incontro, dove saranno gli stessi Carabinieri, diretti dal capitano Andrea Domenici, che hanno svolto le indagini, a spiegare quanto accaduto. Al giovane figlio di Lucio Chelotti era stata infatti praticata una tracheotomia,  intervento chirurgico che consiste nell’incisione chirurgica della trachea, per aprire una via respiratoria alternativa a quella naturale. Sciolto ogni dubbio, poi, forse domani,  Matteo tornerà nella sua Massa, per trovare, finalmente, pace.

No comments

*