Maurizio Verona dal presidente del Parlamento Europeo

0

STAZZEMA – Il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz ha ricevuto questa mattina il sindaco di Stazzema Maurizio Verona e il sindaco di Marzabotto Romani Franchi per discutere alcuni progetti sul tema della memoria comune Europea.

Il sindaco di Stazzema ha illustrato al presidente Schulz un progetto di scambio tra giovani di Europa per la conoscenza dei luoghi delle grandi stragi della seconda guerra mondiale, perché  i giovani stessi dopo l’incontro con i testimoni in futuro si facciano portavoce della memoria di quegli eventi come antidoto alla rinascita di nazionalismi e di razzismi.

Il sindaco Verona ha inoltre, illustrato al presidente Schulz un progetto di riqualificazione di alcuni immobili nel Paese di Sant’Anna di Stazzema che saranno donati dal presidente della Associazione Martiri di Sant’Anna Enrico Pieri al comune di Stazzema perché possano diventare strutture di accoglienza per i ragazzi impegnati in stage o in giornate formative a Sant’Anna di Stazzema. Il progetto prevede inoltre, la realizzazione di infrastrutture di accoglienza per alcune tende e per gli scout con una area attrezzata per il loro soggiorno a Sant’Anna di Stazzema.

“Corre, innanzi tutto, l’obbligo di ringraziare il presidente Martin Schulz – commenta il sindaco di Stazzema Maurizio Verona – per averci concesso un incontro insieme ad un’altra realtà così importante come Marzabotto sul tema della memoria. Nelle sue parole il Presidente Schulz ci ha espresso il suo massimo impegno per i nostri progetti che riguardano da un lato la diffusione della conoscenza, dall’altra la creazione di infrastrutture per una adeguata accoglienza”.

“Il Presidente Schulz – prosegue Verona – ci ha ribadito e ci ha ringraziato, perché di questi progetti, ha detto, c’è bisogno in un momento in cui in Europa c’è un preoccupante ritorno di nazionalismi, razzismi. Quest’anno con il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca abbiamo svolto un progetto che è culminato in una settimana di Workshop con 27 ragazzi delle Scuole Secondarie provenienti da tutta Italia che hanno conosciuto Sant’Anna di Stazzema con un lavoro di oltre una settimana ed hanno trasformato questa conoscenza in una mostra e hanno dialogato con i ragazzi della loro età con strumenti nuovi”.

“Il nostro progetto – conclude – prevede che questo progetto divenga un progetto europeo che coinvolga Sant’Anna di Stazzema, Marzabotto, Oradour Sur Glane in Francia, Vinkt in Belgio, Lidice nella Repubblica Ceca e tutti i luoghi della memoria per la costruzione di una storia europea insegnata dai ragazzi ai loro coetanei. Il Presidente Martin Schulz ha promesso che sarà presto a Sant’Anna di Stazzema per una conferenza sull’Europa. Il presidente Schulz ha garantito il suo sostegno e il suo impegno per individuare le linee di finanziamento più utili alla realizzazione di quelle infrastrutture utili alla diffusione della memoria attraverso il presidente della regione Toscana Enrico Rossi che sarà coinvolto dallo stesso presidente del Parlamento Europeo e che da anni sostiene la nostra realtà. L’obiettivo è la creazione di strutture di accoglienza, ma anche di miglioramento della rete viaria di accesso a Sant’Anna di Stazzema e della creazione anche di nuove infrastrutture di collegamento di Sant’Anna di Stazzema con il territorio comunale. Ovviamente sono molto soddisfatto del percorso iniziato con questa visita e sentiamo che il Parco Nazionale della pace può assumere quella dimensione non solo nazionale necessaria per affrontare la diffusione di una cultura europea che sola può contrastare questo ritorno di idee di divisione che oltre 70 anni fa portarono alla guerra Mondiale e alla cultura dello sterminio del diverso. Aspettiamo il Presidente Schulz a Sant’Anna e speriamo di avere anche in quella occasione tanti giovani che possano cogliere il suo messaggio di speranza per una Europa unita impegnata per il progresso mondiale”.

No comments

*